menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Amatruda, Caldoro e Lamberti

Amatruda, Caldoro e Lamberti

Covid-19, Amatruda e Lamberti: "A Salerno garantire la consegna del cibo a casa”

L'imprenditore e il giornalista spiegano: "Nelle nostre case arriva posta, arrivano tasse, multe, bollette, arrivano pacchi di Amazon e non si capisce perché non dovrebbe arrivare cibo"

“A Salerno va garantita la consegna del cibo a domicilio. È un servizio per i cittadini, è attività importante per i ristoratori, le pizzerie e per le stesse pasticciere”. Così Luca Lamberti e Gaetano Amatruda dell’associazione Andare Avanti, rilanciando una proposta di Stefano Caldoro, Giampiero Zizni e di parte della Lega campana.

I dettagli

“L'ordinanza numero 25 con la quale la Regione vieta il delivery per la ristorazione è - ricordano l’imprenditore ed il giornalista - una mazzata per intere categorie, in altre Regioni, nel resto dell’Europa, questo servizio è possibile. Ai titolari di attività va garantita la scelta, chi vuole deve essere messo nelle condizioni di lavorare. Senza aperture al pubblico ma solo per il servizio a domicilio. Nelle nostre case arriva posta, arrivano tasse, multe, bollette, arrivano pacchi di Amazon e non si capisce perché non dovrebbe arrivare cibo. Soprattutto - dicono i due salernitani  - nella settimana di Pasqua si garantirebbe un servizio alle famiglie e si darebbe un primo segnale alle imprese. Lentamente e rispettando le norme di sicurezza si deve riprendere. La scarsa organizzazione sanitaria non sia l’alibi per mettere in ginocchio chi vuole e può lavorare” concludono Amatruda e Lamberti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento