menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 9 nuovi contagi e un decesso in poche poche ore nel salernitano

Due coniugi positivi nella zona orientale del capoluogo. Si mantiene alta l'attenzione anche nei comuni di Cava, Pontecagnano Faiano e Pisciotta. Muore l'anziano di Nocera Superiore che si era ripositivizzato

Due nuovi casi a Salerno, altrettanti a Cava de’ Tirreni e Pisciotta ed altri tre a Pontecagnano Faiano. E’ questo il bilancio sui contagi (nove in totale) da Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in provincia di Salerno. 

Nel capoluogo

Sono positive altre due persone. Si tratterebbe di marito e moglie, residenti nella zona orientale, tra i quartieri di Torrione e Pastena. Gli aggiornamenti provengono dall’Asl di Salerno. Dall'inizio del mese di luglio salgono a 26 i contagi in città dove la guardia resta alta: l'Humanitas si è dotata di un'altra ambulanza Covid, per fronteggiare una eventuale ondata di contagi.

A Cava

Altre due persone (in totale sono quattro) contagiate. A fornire i dati è stato, in serata, il sindaco Vincenzo Servalli che rivela: “Credo che l’appello alla responsabilità sia necessario, anche e soprattutto per i più giovani, laddove uno dei due casi riguarda una ragazza di 27 anni a dimostrazione che il virus colpisce senza distinzioni di età. Convivere, con prudenza, con il Covid è l’unica strada possibile per ora”.

A Pontecagnano 

Tre nuovi casi si registrano nel comune al confine con il capoluogo. I nuovi casi, già sottoposti da 24 ore a quarantena, sono stati rilevati attraverso l'istantanea mappatura di soggetti riconducibili al nucleo familiare del paziente annunciato ieri” comunica il primo cittadino Giuseppe Lanzara, che aggiunge: “Ringrazio l'instancabile lavoro dei medici e degli operatori sanitari dell'Asl Salerno, congiuntamente al supporto del nostro prezioso Centro Operativo Comunale”. Di qui l’appello finale: “Mi rivolgo a tutti voi, cari concittadini: massima attenzione e grande responsabilità, il virus non è stato ancora sconfitto”.

A Pisciotta

I due nuovi casi riguardano persone riconducibili alla cena organizzata, nei giorni scorsi, a casa di un medico salernitano. 

Covid Scafati

Presso il Polo ospedaliero “Mauro Scarlato” sono in via di esaurimento i posti di degenza nel reparto di Malattie Infettive. Ieri, nella struttura sanitaria, è deceduto l’89enne di Nocera Superiore ricoverato in terapia intensiva. L’anziano, dopo aver contratto il virus ad aprire ed esserne guarito, si era ripositivizzato, anche se alcuni giorni dopo il suo arrivo in ospedale i due tamponi di verifica avevano dato di nuovo esito negativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento