La storia del Coronavirus a Salerno e in Campania: un libro sull'epidemia

Storia e attualità s’incontrano in un libro che è la cronaca in presa diretta di un evento imprevisto, di dimensioni planetarie. Tra le tante storie di uomini e donne raccontate da Paolo Romano ci sono tre figure che spiccano: un ingegnere, un pizzaiolo e un Governatore


Sabato 10 ottobre, alle ore 18, nella sala conferenze del MuDi, il Museo Diocesano San Matteo di Salerno (piazza Plebiscito) sarà presentato il libro “La Storia del Coronavirus a Salerno e in Campania”, del giornalista Paolo Romano, edito dalla casa editrice di Roma Typimedia. All’incontro, moderato dalla giornalista Aniello Palumbo, interverranno: l’arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, monsignor Andrea Bellandi; il direttore del MuDi, don Luigi Aversa, l’assessore alla Cultura del Comune di Salerno, Antonia Willburger e l’autore, Paolo Romano.  

I dettagli

Ora più che mai, storia e attualità s’incontrano in un libro prezioso che è la cronaca in presa diretta di un evento imprevisto, di dimensioni planetarie. Un’emergenza che ha avuto un impatto straordinario per la comunità internazionale, per il nostro Paese e per il territorio. A Salerno, e in Campania, la storia della pandemia ha visto momenti drammatici e momenti di forte tensione, ma anche di grande coesione sociale. A suon di decreti, la Campania si è resa protagonista di una vivace dialettica stato-regioni e nord-sud. A prescindere da ogni giudizio politico, emerge il ruolo del governatore Vincenzo De Luca, forse il Presidente di Regione più battagliero nella fase Covid. Istrionico nelle sue esternazioni che hanno valicato persino i confini italiani, espressione di una fermezza additata ad esempio, e spesso seguita anche dal governo. Il giornalista Paolo Romano, che per Typimedia ha già curato “La Storia di Salerno”, in questo nuovo libro sofferma lo sguardo sulla sua città, Salerno, per estendere il racconto all’intera regione raccontando tutti gli aspetti che hanno cambiato la vita di ognuno di noi durante l’emergenza Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presentazione

“In una società dove il presente e il passato più prossimo sembrano liquefarsi – spiega Romano - era importante trattenere gli istanti, raccontare la cronaca di oggi che sarà storia domani. Quello che abbiamo vissuto è stato un arco temporale tante breve quanto intenso, che ho voluto documentare sotto tutti gli aspetti; un’attualità così densa che è stato difficile sintetizzarla e raccontarla attraverso pagine di resistenza e resilienza”.  Nel libro ogni fase – l’insorgere dell’epidemia, la fase più acuta, il calo dei contagi fino alla fine del lockdown – è testimoniata con nomi, dati, fatti, avvenimenti. Ad arricchire la cronaca c’è il racconto delle paure e delle reazioni delle persone ad una forzata clausura domestica, alla vita nei balconi per dissetare il bisogno di socialità, alla didattica a distanza e al lavoro in videoconferenza. Tra le tante storie di uomini e donne raccontate da Paolo Romano ci sono tre figure che spiccano: un ingegnere, un pizzaiolo e un Governatore. L’ingegnere è Vito De Feo che in Inghilterra è chiamato a far parte della task force Covid 19 con il compito di elaborare uno studio di evoluzione e sviluppo dei contagi. Poi c’è Ciro Casella, pizzaiolo salernitano. Il suo locale, nel cuore di Manhattan, ha clienti come Spike Lee e il sindaco Bill de Blasio, ma si sente in dovere di far giungere le sue pizze tra le corsie dell’ospedale della Grande Mela.  Completa il volume, uno sguardo alle epidemie che hanno colpito il territorio nella storia. Un libro da leggere ora, da rileggere domani e da conservare come documento. 
Hanno scritto del libro: 
"Il libro di Paolo Romano, con la gestione dell’epidemia di covid-19 capovolge la visione storica dell’Italia, divisa fra un Nord efficiente e un Sud no". (Pino Aprile, giornalista e scrittore )
"Il libro-mondo di Paolo Romano sul COVID-19 a Salerno e in Campania è un testo esemplare, unico nel suo genere, per la ricchezza dei particolari: dall’economia, cigno morente, alla vita quotidiana lacerata fra attoniti silenzi e canti sui balconi. Un libro su cui meditare. E da ricordare per sempre". (Franco Salerno, scrittore)
"La forza del cronista e dello storico in un duro delicatissimo racconto venato di poesia".  (Antonio Donadio, poeta).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento