Negozi chiusi per il Covid-19, la Confcommercio al Prefetto: "Servono più controlli"

Il presidete Gagliano: "Da numerosi commercianti della città, ci giungono forti segnali di preoccupazione per l’eventualità di furti nei negozi, è nostro compito intervenire"

Il presidente Gagliano

E’ allarme sicurezza per i negozi salernitani che, a seguito del decreto governativo dello scorso 11 marzo, continuano a rimanere chiusi per prevenire la diffusione del Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

Tale situazione preoccupa la Confcommercio di Salerno ha deciso di rivolgersi al Prefetto: “L’immediata sospensione delle attività commerciali - si legge in una nota - non ha consentito, alla maggior parte degli operatori, di avere il tempo necessario per poter svuotare o mettere in sicurezza la merce in negozio, prima di chiudere i battenti. A questo si aggiunge che, dopo il divieto di circolazione delle persone, molte aree della città restano completamente deserte per l’intera giornata, favorendo, purtroppo, il perpetrarsi di furti ai danni degli esercizi. Da numerosi commercianti della città, ci giungono forti segnali di preoccupazione per leventualità di furti nei negozi, è nostro compito intervenire spiega il presidente Giuseppe Gagliano. Di qui la richiesta al Prefetto Russo di “voler intensificare il presidio su tutto il territorio, attraverso pattugliamenti costanti, con particolare riferimento a quelle aree ad alta densità commerciale, quali  le zone della Ztl, insieme a tutte le altre meno frequentate per via della assenza di esercizi aperti, ai fini della vendita dei beni di prima necessità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento