Coronavirus, in 33 da Venezia alla provincia di Salerno: scatta la quarantena, parlano i sindaci

Il sindaco di Montecorvino Rovella D'Onofrio ha emesso un'ordinanza per tenere sotto osservazione due giovani che si erano recati in Veneto. Monitorati altri 5 cittadini ad Olevano. A Battipaglia, invece, la sindaca Francese rassicura la popolazione

Resta alta la tensione per presunti casi di contagio di “Coronavirus” in provincia di Salerno. Trentatre persone, di rientro dal Veneto, sono tenute sotto controllo nei comuni della Piana del Sele e dei Picentini. In allerta i sindaci che, attraverso i social, tranquillizzano i loro concittadini.

A Montecorvino Rovella

Da ieri sera una coppia di fidanzati di Montecorvino Rovella è in quarantena a seguito di un’ordinanza emessa dal sindaco Martino d’Onofrio: i due giovani, infatti, hanno riferito di essersi recati in gita in Veneto per partecipare all’annuale carnevale di Venezia. Sul bus, insieme a loro, una trentina (33 per la precisione) di cittadini, tutti originari della Piana del Sele e dei Picentini. La coppia resterà sotto osservazione in via precauzionale per quindici giorni. “Teniamo a precisare - fanno sapere dal Comune - che si tratta di una procedura meramente precauzionale e che i cittadini in questione non presentano al momento nessun sintomo collegabile al Coronavirus”. Di qui l’invito ai cittadini che si stanno recando nelle regioni individuate quali focolai del Coronavirus e tutti coloro che stanno facendo ritorno a Montecorvino Rovella dalle suddette aree a “comunicare al sindaco D'Onofrio (338 322 9842), ed al comandante della polizia locale Massimiliano Falcone (328 369 8228), la data di partenza, l'ora e la data di arrivo sul territorio comunale”. 

A Battipaglia

La prima cittadina Cecilia Francese tranquillizza la popolazione: "Stiamo monitorando la situazione sia nelle strutture sanitarie, sia per quanto riguarda i cittadini che hanno effettuato spostamenti da e per le zone colpite in queste ore dal Coronavirus. Vorrei chiarire la situazione - sottolinea - per quanto riguarda il pullman che sta rientrando ora da Viareggio e che sabato mattina ha visto i nostri concittadini fare una visita turistica a Venezia, prima che scoppiasse l'allarme contagio nel Veneto. Si tranquillizza la popolazione che non solo non ci sono sintomi ne' manifestazioni del virus nei viaggiatori, ma che a seguito delle circolari emesse dal Ministero della Salute, osserveranno a scopo precauzionale una quarantena di 15 giorni. Invitiamo tutti - prosegue il sindaco - ad attenersi alle comunicazioni ufficiali del ministero della Sanità e della Regione Campania al fine di scongiurare allarmismo e informazioni parziali. Si invitano comunque tutti i cittadini a comunicare immediatamente qualsiasi sospetto di patologia respiratoria e/o sintomi che potrebbero essere attribuibili al Coronavirus seguendo le disposizioni di profilassi stabilite dalle autorità sanitarie". 

Ad Olevano sul Tusciano

Il sindaco Michele Volzone ha consigliato cinque concittadini, di ritorno anche loro dal viaggio organizzato a Venezia, di tenere sotto controllo la temperatura corporea e verificare la presenza di problemi respiratori. In caso di criticità - comunicano dal Municipio - è necessario "contattare ed avvisare le autorità competenti" e "adottare le misure previste dai protocolli sanitari".  La comitiva era partita venerdì ed ha fatto alcune tappe prima di raggiungere la città lagunare, dove si sono registrati due casi di Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Buonabitacolo

Poiché alcuni residenti sono rientrati da zone ritenute sensibili per via della diffusione del Coronavirus, il sindaco Giancarlo Guercio ha inviato 13 comunicazioni di quarantena volontaria della durata di 14 giorni a partire da oggi. “Le persone in questione - precisano dal Comune - godono tutte di ottima salute e non si possono ritenere casi da Coronavirus. L'iniziativa intrapresa è di carattere preventivo e precauzionale a tutela dei singoli cittadini e della cittadinanza”. La stessa comunicazione è stata inviata per conoscenza anche alle Forze dell'Ordine e all"Asl 72.

Gli altri sindaci

L'avviso dell'Unisa

I rimborsi per i pendolari

Stop a tribunale e feste di Carnevale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento