Allerta Coronavirus: all'ospedale San Luca, abolite le visite ai ricoverati

I parenti non potranno andarli a trovare, fatta eccezione nei casi urgenti e di stretta necessità. Lo ha deciso il direttore sanitario, dottore Adriano De Vita

L’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania ha sospeso le visite ai pazienti ricoverati. I familiari, dunque, non potranno andarli a trovare,  fatta eccezione nei casi urgenti e di stretta necessità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli

Lo ha deciso il direttore sanitario, dottore Adriano De Vita. All'ingresso di ogni reparto sono stati affissi cartelli che motivano la decisione: il provvedimento è stato adottato affinchè l'ospedale di Vallo della Lucania si adegui alle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento