Coronavirus a Cava, contagiato medico di base: l'appello di Servalli ai pazienti

Si tratta del dottore Antonio De Pisapia, il quale è attualmente ricoverato in una struttura ospedaliera della provincia di Salerno e non è in gravo di fornire i nomi di tutte le persone che ha incontrato nelle ultime settimane

 Sale a 16 il numero di persone contagiate dal Coronavirus a Cava de’ Tirreni. L’ultimo ad essere risultato positivo al tampone è, infatti, il dottore Antonio De Pisapia, medico di base, il quale, tuttora è ricoverato in una struttura ospedaliera della provincia di Salerno e non è in gravo di fornire i nomi di tutte le persone che ha incontrato nelle ultime settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appello

Per questo il sindaco Vincenzo Servalli, con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, invita tutti i pazienti che hanno ricevuto una visita domiciliare da parte del dottore De Pisapia, tra i 7 e il 20 marzo, ad informare subito il proprio medico di famiglia che, in base alle informazioni che riceverà, avrà il compito di fare le opportune valutazioni per salvaguardare la salute delle persone che sono state a contatto con lui.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

Torna su
SalernoToday è in caricamento