menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, misure d’emergenza e percorsi aziendali al Ruggi: parla D'Amato

“Abbiamo deliberato già nel mese di febbraio il Percorso da seguire, rivolto agli operatori, per trattare i casi sospetti; poi lo abbiamo aggiornato ad inizio del mese di marzo”, spiega il Commissario straordinario dell’AOU

Riflettori puntati sull'emergenza Covid-19, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria “S.Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno che sta attuando numerose azioni per il contenimento del contagio e la tutela della salute pubblica.

La denuncia

“Abbiamo deliberato già nel mese di febbraio il Percorso da seguire, rivolto agli operatori, per trattare i casi sospetti; poi lo abbiamo aggiornato ad inizio del mese di marzo - ha spiegato il Commissario straordinario dell’AOU, Vincenzo D’Amato- L’Azienda ha quattro presìdi che accolgono i casi sospetti. Come viene accolto? Viene accolto con un pre-triage, quindi distinto dal triage classico di pronto soccorso; ogni Presidio è dotato di stanze o locali di isolamento. Al ‘Ruggi’ abbiamo tre stanze di isolamento di cui una pediatrica e, in casi eccezionali, usiamo anche la tenda di isolamento. Analogamente al ‘Fucito’ di Mercato San Severino abbiamo quattro locali per l’isolamento; a Cava de’ Tirreni e a Castiglione di Ravello, una stanza".

L'annuncio

Infine, D'Amato ha annunciato che "è in arrivo la struttura modulare che verrà montata nel perimetro del plesso ‘Ruggi’ e ospiterà 24 posti di rianimazione. La consegna è prevista per il 6 aprile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento