Coronavirus a Salerno, detenuti produrranno mascherine per agenti penitenziaria

Nell'iniziativa, promosso dall'Amministrazione Penitenziaria e dalla Protezione Civile, sono coinvolti anche gli istituti penitenziari di Milano Bollate e Rebibbia

I detenuti del carcere di “Fuorni”, a Salerno, insieme con quelli ristretti negli istituti penitenziari di Milano Bollate e Rebibbia, produrranno mascherine per gli agenti della Polizia Penitenziaria e per conto della Protezione Civile. Lo rende noto l'Uspp.

L’iniziativa

I tre istituti, del Nord, del Centro e del Sud del Paese - secondo quanto rende noto il sindacato - sono stati selezionati dall'amministrazione penitenziaria insieme con la Protezione Civile. Dal carcere di Salerno Fuorni prese piede l'ondata di rivolte che investì l'Italia il mese scorso, tumulti che causarono ingenti devastazioni, evasioni, feriti e anche morti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Covid-19: muoiono altri 4 positivi, 11 decessi in 24 ore nel salernitano. Altri casi in 10 comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento