Salerno ai tempi del Coronavirus, tra allarmismi e violazioni

A Salerno città e in provincia, super lavoro anche da parte dei carabinieri e della polizia stradale, per monitorare la situazione, assicurandosi che i decreti e le ordinanze vengano rispettate

Un'atmosfera surreale, quella che si respira a Salerno città, in questi giorni, a causa dell'emergena Coronavirus. A seguito delle ultime restrizioni precauzionali per arrestare il contagio (entrate in vigore da oggi  - 12 marzo - e fino al 25 marzo ndr), i salernitani sono tenuti a uscire dalla propria abitazione solo per cause inerenti ad acquisti di beni di prima necessità, visite mediche e motivi di salute o per lavoro. Se le autocertificazioni sull'apposito modello (scaricabile dal sito del Ministero, ma, in ogni caso, fornito e compilabile al momento, se richiesto dalle forze dell'ordine impegnate nei controlli), inizialmente erano richieste solo in caso di spostamenti fuori dal Comune di residenza, adesso, secondo quanto annunciato dal capo della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, risultano necessarie anche per i movimenti interni alla propria città. Disorientati, numerosi cittadini, oggi. E non è mancato neanche chi, in barba al buon senso e al rispetto della legge, ha pensato di allontanarsi dalla propria abitazione nonostante la quarantena fiduciaria, senza, tuttavia, riuscirla a passare liscia grazie alle verifiche della Polizia Municipale. A Salerno città e in provincia, super lavoro anche da parte dei carabinieri e della polizia stradale, per monitorare la situazione, assicurandosi che i decreti e le ordinanze vengano rispettate. Numerose, purtroppo, le denunce: indice, tale fattore, del fatto che i cittadini non hanno ancora compreso l'importanza di non uscire di casa, se non per irrinunciabili ragioni, al fine di frenare il contagio.

L'autocertificazione

E intanto, come se non bastasse già la tensione nell'aria, si susseguono messaggi audio inoltrati su whatsapp, e simili, di presunti parenti di medici che dovrebbero rivelare cosa "si nasconde davvero" dietro l'emergenza. Si tratta di voci anonime, fonti non accertate che diffondono dichiarazioni molto gravi. Il consiglio è di non soffermarsi su tali messaggi finalizzati a generare panico di massa che (come mostra "l'esodo" dei cittadini residenti al Nord tornati al Sud) ha già creato innumerevoli disagi, esponendo a rischi l'intera comunità. Opportuno, in conclusione, attenersi ai comportamenti indicati dalle istituzioni e diffidare delle fonti di informazione non ufficiali, al fine di collaborare, responsabilmente, per contenere il contagio e, appena possibile, lasciarsi alle spalle questa delicata emergenza sanitaria che, in ogni caso, entrerà nella storia. Di seguito, una raccolta di foto della città in questi giorni, grazie al contributo dei fotografi Guglielmo Gambardella e Antonio Capuano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

Torna su
SalernoToday è in caricamento