menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole chiuse per il coronavirus in tutta Italia: ora è ufficiale

Per le lezioni si deve procedere con l'attivazione e l'implementazione della didattica online a distanza, meccanismi utili a salvare l'anno scolastico

Scuole chiuse in tutta Italia per far fronte all'emergenza coronavirus. Il governo e il ministro dell'istruzione hanno deciso lo stop alle lezioni in scuole e università dal 5 al 15 marzo su tutto il territorio nazionale, dunque non solo nelle zone rosse.

Aggiornamento ore 18:15 - La decisione di chiudere scuole e università in tutta Italia dopo una necessaria valutazione che il ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha voluto chiedere al comitato tecnico-scientifico.
 

I "rimedi"

Per le lezioni si deve procedere con l'attivazione e l'implementazione della didattica online a distanza, meccanismi utili a salvare l'anno scolastico anche con questa sospensione temporanea. Sul tavolo, a Palazzo Chigi, anche misure più stringenti di sanità pubblica.

Le indicazioni

Intanto, per almeno 30 giorni, come riporta l'Ansa, niente strette di mano, niente abbracci, basta meeting e congressi, stop alle manifestazioni, anche a quelle sportive. Le partite di calcio, semmai, potranno avvenire solo a porte chiude. Ma si deciderà nelle prossime ore la soluzione definitiva. Il governo mira anche a potenziare il sistema sanitario, con un aumento del 50% dei posti nelle terapie intensive, quelle più sotto pressione in emergenza coronavirus. Le amministrazioni pubbliche, vista anche l'emergenza legata al Coronavirus, sono invitate a incentivare lo smart working e se non ci sono abbastanza computer o comunque c'è "indisponibilità o insufficienza di dotazione" allora il dipendente "che si renda disponibile" può anche utilizzare "propri dispositivi" come pc o tablet. E' quanto si legge nella nuova circolare della ministra della P.a, Fabiana Dadone, con indirizzi di portata generale. Devono essere garantiti, si "adeguati livelli di sicurezza e protezione della rete".

Il commento di Piero De Luca:

"Lo sviluppo dell'emergenza Coronavirus ha indotto il Governo a stabilire la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio nazionale fino al 15 marzo. Si tratta di una misura ragionevole, di buon senso e necessaria per tutelare la salute degli studenti e delle famiglie, alla luce delle evidenze fornite dal comitato tecnico scientifico e delle indicazioni dell'istituto Superiore di Sanità. "Ora, come il Governo stesso ha già sottolineato, è necessario mettere in campo subito azioni coordinate di sostegno alle famiglie adottando misure, quali ad esempio un congedo parentale ad hoc, in grado di giustificare le assenze dal lavoro di uno dei due genitori per accudire i figli minorenni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento