Coronavirus: sospese le attività ambulatoriali a Salerno, ma solo al Ruggi

A proposito del Ruggi, un lettore ci ha documentato con una fotografia la situazione "a rischio" nella sala d'attesa per le visite oculistiche presso l'ospedale di via San Leonardo: l'appello

La sala d'attesa di Oculistica al Ruggi

Sono state sospese per precauzione fino al 18 marzo, a causa dell'emergenza Coronavirus, le attività ambulatoriali erogate da tutti i Presidi Ospedalieri della Asl, dalle Aziende Ospedaliere di Rilievo Nazionale, dalle Aziende Ospedaliere Universitarie, dagli I.R.C.C.S.,comprese quelle erogate dalle Case di Cura Private Accreditate. La decisione è della Regione Campania e fa eccezione solo per le prestazioni ambulatoriali recanti motivazioni di urgenza, nonché quelle di dialisi, di radioterapia e quelle oncologico-chemioterapiche. 

Le attività regolari

Va sottolineato, tuttavia, che le attività dei due distretti sanitari delle Asl di via Vernieri e di via Sichelmanno non sono incluse nel provvedimento, il quale si riferisce solo ai presidi ospedalieri. Diversi, infatti, gli utenti che ci hanno chiesto chiarimenti a riguardo: a Salerno, ad esempio, confermate le visite programmate nei poliambulatori, non essendo questi presidi ospedalieri. Solo il Ruggi e le case di cura accreditate sospendono le attività ambulatoriali.

La denuncia

E a proposito del Ruggi, un lettore ci ha documentato con una fotografia la situazione "a rischio" nella sala d'attesa per le visite oculistiche presso l'ospedale di via San Leonardo: "Per i casi urgenti e le visite o terapie non rinviabili, non c'è stato lo stop ovviamente - ci scrive l'utente - Tuttavia vorrei sottolineare come i pazienti che si sono dovuti sottoporre alle visite al Ruggi, non siano stati messi nelle condizioni di rispettare le distanze di sicurezza anti-contagio, per via della folla nella sala d'attesa. Tra questi pazienti, molti anziani e persone fragili: non sarebbe stato meglio riorganizzare gli appuntamenti in modo da evitare situazioni di calca? Il Coronavirus è pericoloso per tutti e, anzi, di più per i pazienti che necessitano di terapie o visite non rinviabili", ha concluso l'utente. L'appello per la direzione sanitaria del Ruggi, dunque, è quello di compiere un ulteriore sforzo in questo clima di emergenza, riorganizzando e distanziando (temporalmente ndr) le visite necessarie, rendendo, così, praticabili, i corretti comportamenti per contenere il Coronavirus, a iniziare dalla distanza fisica tra i pazienti in attesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

Torna su
SalernoToday è in caricamento