Coronavirus, al via la campagna “Sosteniamo i nostri medici” della Fondazione Picentia

Le donazioni verranno utilizzate per l’acquisto di dispositivi sanitari destinati, in prima istanza, ai medici di famiglia del comune di Pontecagnano Faiano e successivamente estesa ai comuni limitrofi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La Fondazione Picentia, in linea con le finalità della sua mission, ha lanciato una raccolta fondi per l’acquisto - in questo momento d’emergenza che mette a dura prova l’intero sistema sanitario - di materiali di consumo, quali saturimetri, mascherine, tute protettive, disinfettanti e altri dispositivi utili per sostenere gli interventi domiciliari dei medici di base “primo filtro” dei pazienti. «In questa difficile situazione – spiega il presidente della Fondazione, Giuseppe Bisogno - riteniamo che sia fondamentale il ruolo dei medici di base per la somministrazione di cure domiciliari sia ai pazienti meno gravi che nella presa in carico di pazienti anziani, cronici o bisognosi di assistenza. La nostra iniziativa progetto ha trovato subito grande condivisione da parte di cittadini, associazioni e mondo imprenditoriale locale. L’auspicio è quello di una larga adesione alla campagna per dotare dei strumenti adeguati quanti più medici, ed operatori sanitari, possibile». Le donazioni – che saranno rendicontate e rese pubbliche - verranno utilizzate per l’acquisto di dispositivi sanitari destinati, in prima istanza, ai medici di famiglia del comune di Pontecagnano Faiano e successivamente estesa ai comuni limitrofi e a quanti ne faranno richiesta. L’iniziativa nasce, infatti, dal confronto con i medici di base che operano sul territorio comunale dal quale sono emerse alcune criticità, a partire dalla carenza di dispositivi di protezione personale nella somministrazione di cure domiciliari, ove necessarie, sia ai pazienti sospetti che nella presa in carico di pazienti anziani o cronici. Ieri la prima consegna, interamente a carico della Fondazione, di saturimetri e kit di protezione personale ai medici di base e alla guardia medica.

Torna su
SalernoToday è in caricamento