Covid-19, effettuati i primi test rapidi al "Ruggi": solo 3 sanitari sono positivi

La Cgil chiede lo screening di massa per ridare serenità a medici, paramedici e infermieri. Fratelli d'Italia: "Chi è a contatto con le persone deve essere sottoposto frequentemente al tampone, almeno due volte a settimana"

Buone notizie dall’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno dove sono stati effettuati i primi 243 test rapidi ai sanitari. Di questi,  235 hanno dato esito negativo, 5 sono risultati non validi e 3 positivi, per i quali oggi si dovrebbero avere le risposte dall’analisi del tampone faringeo per confermare l’esito del test. I kit analitici rapidi rilevano la presenza di anticorpi contro il covid-19 (IgM e IgG). 

Il sindacato

Intanto la Cgil chiede all’Asl e al Ruggi di svolgere tamponi di massa: “Riteniamo che l’effettuazione dei test al personale sanitario sia un modello da perseguire costantemente per l’effettuazione di uno screening di massa – si legge in una nota – così da poter identificare eventuali casi di positività, e dare contemporaneamente serenità ai nostri operatori”. Di qui la richiesta di conoscere la quantità dei test finora effettuati e le risultanze degli stessi, “al fine di conoscere lo stato di salute del personale”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La politica

Sulla falsa riga l’appello lanciato da Fratelli d’Italia: “Il Coordinamento Provinciale di FdI, alla luce degli sviluppi della diffusione del Coronavirus, invita la Regione Campania a monitorare costantemente le possibili situazioni di criticità. Gli operatori professionali della sanità, delle Forze Armate, dei servizi pubblici che sono continuatamente in contatto con le persone, devono essere sottoposti frequentemente all’esame del tampone, almeno due volte a settimana per scongiurare facili occasioni di contagio e per tutelare in modo più efficace la loro stessa incolumità” dichiarano il commissario Giuseppe Fabbricatore e i vice commissari Sonia Alfano e Gherardo Marenghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento