Crisi del turismo, M5S attacca: "Dalla Regione zero aiuti e strategie"

I consiglieri regionali Saiello e Cammarano: “Modificare i criteri di accesso ai bonus”. Ecco le loro richieste

“Il turismo, settore trainante per l’economia campana, rischia di essere travolto dagli effetti della crisi legata all’emergenza sanitaria, se gli operatori non verranno sostenuti con misure economiche adeguate e una strategia complessiva di promozione di cui la Regione ha il dovere di farsi carico”. Lo denunciano i consiglieri regionali M5S Gennaro Saiello e Michele Cammarano.

La crisi

“Sebbene disponga sulla carta di un’agenzia regionale di promozione con amministratori e organi direttivi lautamente pagati a due mesi dall’inizio dell’emergenza - sottolineano Saiello e Cammarano - la Regione Campania non dà segni di vita. Servirebbero dati, informazioni, strategie e azioni di promozioni e concrete per evitare il tracollo del comparto, ma ad oggi non c’è strategia turistica post pandemia. La Campania, infatti, ha stanziato risorse insufficienti per fronteggiare la crisi e una buona parte delle 37mila aziende che operano nell’alloggiamento e nella ristorazione non riceveranno alcun contributo perché i parametri di fatturato per stabilire a chi destinare le risorse si trasformeranno, di fatto, in uno sbarramento che terrà fuori tantissime attività”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento