Coronavirus, l'Università aperta a metà: stop alle lezioni, sì agli esami

Docenti e personale tecnico amministrativo regolarmente in servizio. Gli studenti protestano e chiedono di non interpretare il decreto ministeriale

Stop alla didattica, sì agli esami e alle sedute di laurea ma limitando il numero di accessi, docenti e personale tecnico amministrativo regolarmente in servizio. Nei giorni del Coronavirus, l'Università degli Studi di Salerno chiude a metà. Protestano gli studenti, alcuni lettori hanno anche scritto alla nostra redazione per segnalare disagio ed esprimere anche perplessità. "E' stato deciso di non rinviare gli esami obbligandoci di fatto a raggiungere comunque l'Università contro le misure cautelative prese e specificate nel decreto. Il decreto afferma che sono sospese tutte "le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche". L'Università, invece, ha deciso di sospendere solo i corsi. Il decreto non è interpretabile". Le proteste proseguono ma l'ateneo resta aperto a metà.

La comunicazione agli studenti

"In ottemperanza al DPCM del 4 marzo 2020 -scrive l'Università degli Studi di Salerno nella nota diffusa anche attraverso il proprio sito internet - si comunica che fino al 15 marzo 2020 sono sospese tutte le attività didattiche. Sono esclusi dalla sospensione i soli corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie. Fino alla stessa data non saranno aperti al pubblico gli uffici, le strutture di front-office e di assistenza agli studenti disabili (con esclusione del supporto agli stessi durante la fase di svolgimento degli esami che continuerà ad essere assicurato), le biblioteche, le mense e gli impianti sportivi. Gli eventi scientifici e culturali programmati in tale periodo sono rinviati a nuova data. I docenti, i ricercatori e il personale tecnico-amministrativo saranno regolarmente a lavoro per garantire la continuità delle attività dell’Ateneo. In merito alle attività didattiche, e salvo diverse ulteriori determinazioni delle Autorità competenti, che saranno rese note tempestivamente sul sito web di Ateneo, si precisa che le lezioni in Ateneo riprenderanno il giorno 16 marzo. La commissione di Ateneo per la didattica a distanza, anche alla luce delle disposizioni contenute nel DPCM del 4 marzo, ha già predisposto l'attivazione di una fase sperimentale di didattica non in presenza. Le modalità di fruizione saranno rese note sui consueti canali di comunicazione. Gli esami si svolgeranno regolarmente. I docenti della commissione e i candidati avranno cura di osservare le indicazioni sulle misure precauzionali emanate dalle Autorità competenti. Gli studenti che non devono sostenere esami nel periodo indicato sono tenuti a NON raggiungere i campus.  Nelle aule in cui si terranno le sedute di laurea, fino a nuova comunicazione, potrà accedere il solo candidato con al massimo due accompagnatori. Non essendo consentiti festeggiamenti si invitano gli ulteriori parenti o amici dei candidati a non raggiungere inutilmente i campus".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento