menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mazzette" alla Commissione Tributaria: due giudici e un funzionario tornano liberi

La Procura di Salerno, invece, ha chiesto il processo per tre società finite nell'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza. L'ex deputato Tascone ha presentato una lunga memoria difensiva

Sono tornati in libertà i due giudici Fernando Spanò e Giuseppe De Camillis e il funzionario Giuseppe Naimoli finiti in un’inchiesta della Procura, eseguita dalla Guardia di Finanza, su un presunto giro di mazzette all’interno della Commissione Tributaria Provinciale di Salerno.

Gli interrogatori

Ieri il gup Mastrangelo del tribunale di Salerno ha concesso la revoca degli arresti domiciliari al termine dell’udienza preliminare dove si è discusso delle richieste di rito abbreviato da parte dei due giudici tributari e dell’ex deputato Teodoro Tascone. Quest’ultimo ha depositato anche una lunga memoria difensiva.  Non solo. Ma è stato preso atto anche della richiesta di rinvio a giudizio, da parte della Procura, per tre società coinvolte nelle indagini. Intanto il prossimo 13 febbraio il pm Elena Guarino inizierà la requisitoria per i primi quattro imputati (su nove) che hanno scelto di essere giudicati con il rito alternativo. Altri quattro , invece, hanno optato sempre per il rito abbreviato. Infine, il gup ha ammesso come parte civile l’Avvocatura dello Stato per contro della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento