menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Gioi Cilento, al via il 25 febbraio il corso per volontari Protezione Civile

Il corso si terrà su sei incontri, durante i quali saranno affrontati vari temi, dagli incendi boschivi al primo soccorso, passando per gli incendi in zone urbane

Inizierà il 25 febbraio a Gioi Cilento il corso per volontari della Protezione Civile. Venti le domande, si legge in una nota dell'amministrazione comunale, sinora giunte al comune per entrare a far parte del gruppo. Obiettivo del corso, che si svolgerà nell'arco di sei incontri, è chiarire quale sia il ruolo di un addetto alla protezione civile.

“Si tratta – ha affermato il primo cittadino di Gioi Andrea Salati – di una figura importante perché il volontariato di Protezione Civile è espressione di una moderna coscienza collettiva del dovere di solidarietà, nella quale confluiscono spinte di natura religiosa e laica, unite dal comune senso dell’urgenza di soccorrere chi ha bisogno e di affermare, nella più ampia condivisione dei disagi e delle fatiche, il diritto di essere soccorso con la professionalità di cui ciascun volontario è portatore e con l’amore che tutti i volontari dimostrano scegliendo, spontaneamente e gratuitamente di correre in aiuto di chiunque abbia bisogno di loro”.

Gli incontri seguono la presentazione che si è tenuta lo scorso dicembre e sono così suddivisi: 25 febbraio, Rischio incendi boschivi (a cura del Corpo Forestale dello Stato di Stio); 10 marzo, Cenni di primo soccorso sanitario (a cura dell’Asl Salerno); 17 marzo, I vigili del fuoco nella Protezione Civile. Il rischio incendi urbani. La gestione delle emergenze in caso di eventi calamitosi (a cura dei Vigili del Fuoco di Vallo della Lucania); 31 marzo, Il volontariato di Protezione Civile (a cura del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Bracigliano); 14 aprile, Aspetti generali della psicologia dell’emergenza (a cura della dottoressa Angela Trotta); data da stabilire, Il Piano Comunale di Protezione Civile. Il rischio idrogeologico e il rischio sismico (a cura dell’architetto Giuseppe Ferra).

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Lotto tecnico: nuove vincite per i lettori, i numeri

  • social

    Lotteria degli scontrini: i codici della seconda estrazione

  • social

    Prignano Cilento, dopo 50 anni ritorna l'aquila sul Monumento ai Caduti

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento