menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il corteo

Il corteo

Fonderie Pisano, in corteo residenti e politici: "De Luca ci ascolti, ma il Comune dov'è?"

In tanti, ieri sera, hanno aderito all'iniziativa organizzata dal comitato "Salute e Vita" per ribadire la loro contrarierà alla riattivazione delle Fonderie Pisano nel quartiere

Sono tornati a marciare lungo le strade di Fratte, da piazza Matteo Galdi a via Dei Greci, per gridare ancora una volta “Mai più fonderie”. In tanti, ieri sera, hanno aderito all’iniziativa organizzata dal comitato “Salute e Vita” per ribadire la loro contrarierà alla riattivazione delle Fonderie Pisano nel quartiere. “Il governatore De Luca ci incontri e ascolti le nostre ragioni” hanno ripetuto come un mantra residenti, associazioni, comitati e movimenti politici che, da tempo, chiedono che la storica fabbrica salernitana venga delocalizzata altrove. E, precisamente, in un’area priva di abitazioni.

Ad esprimere la loro solidarietà ai manifestanti il vice segretario provinciale di Forza Italia Gaetano Amatruda, il consigliere comunale di opposizione Dante Santoro, Gerardo Calabrese e Andrea De Simone dei Democratici e Progressisti, Loredana Marino di Rifondazione Comunista, il segretario dei Radicali Donato Salzano, il deputato grillino Angelo Tofalo. “Totalmente assenti – fa notare il portavoce del comitato Lorenzo Forte – gli amministratori di Salerno, colpevoli e complici di Pisano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento