rotate-mobile
Cronaca Pagani

"Uniti per la sicurezza": corteo e lettera al Prefetto per l'Agro-Nocerino-Sarnese

"Non vogliamo più abbassare la testa. Non vogliamo più abbassare le saracinesche dei negozi e avere paura". Queste le parole del sindaco di Pagani Salvatore Bottone dopo l'assalto al portavalori di venerdì

"Non vogliamo più abbassare la testa. Non vogliamo più abbassare le saracinesche dei negozi e avere paura". Queste le parole del sindaco di Pagani Salvatore Bottone dopo l'assalto al portavalori di venerdì, culminato con il ferimento di tre persone."Poteva essere una tragedia. Siamo stanchi di sottostare a questa inaudita violenza. Rispondiamo con coraggio perchè la nostra comunità non ha paura", ha ribadito il prima cittadino che, prima del corteo, ha incontrato a Palazzo San Carlo il presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora e tutti i sindaci dell'Agro Nocerino Sarnese con i quali ha sottoscritto un documento.

"L'Agro deve ritornare alla normalità perchè questa splendida terra, fatta di ricchezze storiche, archeologiche e di millenarie tradizioni, deve splendere di libertà di onestà'", si legge sul documento con cui i sindaci chiedono di essere aiutati "a rendere sicure le nostre città. Non città militarizzate, non città sotto assedio, ma città sicure e vigilate. Città normali perchè unendo le forze saremo in grado di ricostruire il tessuto sfilacciato dell'Agro-Sarnese-Nocerino".

 A siglare lo scritto, il Presidente della Provincia Giuseppe Canfora, il sindaco di Pagani, Salvatore Bottone, i consiglieri regionali Enrico Coscioni e Alberico Gambino e i sindaci dei Comuni di Angri, Bracigliano, Castel San Giorgio, Cava dei Tirreni, Corbara, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Roccapiemonte, San Marzano Sul Sarno, San Valentino Torio, Sant'Egidio del Monte Albino, Sarno, Scafati e Siano. Il corteo che ha attraversato le principali strade della città, si è fermato sul luogo della sparatoria, per poi giungere in Piazza Sant'Alfonso. Tante fasce tricolori, volontari di associazioni e sindacalisti, insieme a semplici cittadini hanno preso parte all'iniziativa per essere "Uniti per la sicurezza e la liberta'", come si leggeva su di uno striscione.

E sulla questione sicurezza nell’Agro nocerino sarnese, interviene anche il segretario della Cisl, Pasquale Passamano: “E’ necessario costruire un Patto per la Legalità e la Sicurezza, lo Sviluppo ed il Lavoro che impegni direttamente le istituzioni a rafforzare e potenziare le strutture giudiziarie e le forze dell’ordine con uomini, mezzi, investimenti in nuove tecnologie per elevare l’azione di contrasto al crimine organizzato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Uniti per la sicurezza": corteo e lettera al Prefetto per l'Agro-Nocerino-Sarnese

SalernoToday è in caricamento