menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Positano, violentò una turista straniera e patteggia 14 mesi di condanna

Tanta delusione per la donna straniera che ha iniziato cinque anni fa la propria battaglia legale. I suoi avvocati sono pronti a ricorrere alla procura generale di Salerno per ribaltare il verdetto

Un anno e due mesi di condanna (pena sospesa) per un uomo che a Positano, nell'estate del 2015, violentò una turista australiana. Il reato di violenza sessuale - scrive il quotidiano Il Mattino - è stato derubricato nel corso del patteggiamento in reato di lieve entità. Tanta delusione per la donna straniera che ha iniziato cinque anni fa la propria battaglia legale. I suoi avvocati sono pronti a ricorrere alla procura generale di Salerno per ribaltare il verdetto.

I fatti

Il 4 giugno si è tenuta l'udienza preliminare dinanzi al gup Romaniello. "Il giorno dell'udienza - hanno spiegato gli avvocati della turista - abbiamo appreso che l'imputato aveva concordato con il pm una pena di anni 1 e mesi 2 di reclusione. Ci siamo costituiti parte civile ma per la nostra procedura il difensore della parte civile non può interloquire sulla richiesta di patteggiamento: possiamo solo perseguire l'imputato in sede civile". La donna fu raggiunta ad una boa da un ragazzoo all'epoca 25enne, che conobbe in spiaggia. Lì si consumò l'aggressione e la violenza sessuale. Nuovi palpeggiamenti in prossimità della riva. La donna ha denunciato dopo essere ritornata in patria. Poi l'odissea, a colpi di carte bollate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento