Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Il governatore interviene a tutto campo in materia sanitaria e rivendica il lavoro svolto in questi mesi di emergenza alla guida della Regione

De Luca

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ribadisce di "usare le mascherina in caso di assembramenti" così come ribadisce la necessità di "una campagna di massa per vaccinarsi" per l'influenza. "Questo ci salverà- dice - altrimenti avremo mesi pesanti". In occasione del termine dei lavori di ristrutturazione degli spazi dell'ospedale Monaldi destinati ad ospitare il centro clinico NeMo per le malattie neuromuscolari, De Luca sottolinea che "abbiamo fatto un miracolo". "Avremmo potuto avere una ecatombe peggio della Lombardia - ha detto - ci siamo salvati grazie allo sforzo dei medici, non dimentichiamo che qui c’è il centro di eccellenza mondiale per la cura del Coronavirus che è l'ospedale Cotugno". Poi ha rivelato: "Fontana, nei giorni più difficili, mi ha chiesto disperato di dargli una mano con i posti di terapia intensiva, noi ne abbiamo riservato venti posti - se fosse accaduto qui, quanto accaduto in Lombardia, ci avrebbero chiuso la bocca per 50 anni. Questa è invece la terra del senso di patria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vaccino contro il cancro 

De Luca si è spinto oltre annunciando: "La Campania è la Regione che ha investito di piu' nella ricerca, 160 milioni, su due linee di investimento, la lotta contro il cancro e le malattie rare. Ebbene sono convinto che nell'arco di 3-5anni, sara' trovato a Napoli un vaccino contro il cancro. Il Tigem, sulla base di una ricerca finanziata dalla Regione ha gia' individuato un agente che inibisce il formarsi di calcoli renali e di tumori renali - ha sottolineato - cioè la ricerca sta andando avanti a grandi passi. L'obiettivo che noi abbiamo è sul versante cancro di individuare un vaccino nell'arco di 3-5 anni a Napoli, e nel campo delle malattie rare di individuare altre componenti genetiche che inibiscono almeno il progredire delle malattie neuromuscolari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento