Contagi da Covid-19: la Campania seconda per incremento in Italia, ma i giovani continuano a trasgredire

Nonostante l'obbligo di indossare la mascherina a partire dalle 18 in zone affollate o potenzialmente affollate, numerosi i giovani, senza mantenere le distanze di sicurezza, continuano a non indossare i dispositivi previsti

Salerno

Dati allarmanti, in Campania, dove, in meno di 15 giorni, si sono contati 1.000 contagi da Covid-19. Purtroppo, la nostra regione al momento è seconda in Italia per incremento percentuale, ponendosi dietro la Sardegna. Con l'estate, la ripresa dei viaggi estivi fuori regione e all'estero e il "rilassamento" da parte della cittadinanza in tema di precauzioni (assenza di mascherina, mancate distanze e non più attento lavaggio delle mani e delle superfici), dunque, emerge una seconda pericolosa ondata nel nostro territorio.

coronavirus_20200828_1-2

Secondo la Fondazione Gimbe che analizza il rapporto tra territori relativamente a contagi e tamponi effettuati, basandosi su medie nazionali di prevalenza e incremento percentuale dei casi (dal 21 al 28 agosto), quindi, la Campania è la seconda regione in Italia per incremento percentuale, mentre è quinta per la distribuzione regionale dei casi attualmente positivi, tra ricoverati in terapia intensiva, ricoverati con sintomi e isolamento domiciliare.

coronavirus_20200828_2-2

L'allarme

Nonostante questa preoccupante situazione, continuano le trasgressioni nel nostro territorio in tema di norme anti-Covid. In particolare, a Salerno, di sera, affollatissima l'area di Santa Teresa come anche Largo Campo e il lungomare: nonostante l'obbligo di indossare la mascherina a partire dalle 18 in zone affollate o potenzialmente affollate, numerosi i giovani, senza mantenere le distanze di sicurezza, continuano a non indossare i dispositivi previsti. Una situazione avvilente, specie se si considera che l'età media del contagio si è abbassata e se si constata la presenza massiccia di pazienti asintomatici che, incosapevolmente, dunque, rischiano di trasmettere il pericoloso virus agli altri, anziani e immunodepressi compresi. Dal canto suo, il Governatore della Campania ha annunciato una vera e propria "caccia ai positivi", intesa quale necessaria individuazione dei cittadini affetti da Covid-19 oggi, al fine di evitare nuove conseguenze drammatiche, domani. Test sierologici e tamponi risultano indispensabili in questa delicata fase che espone tutti a dei seri rischi, specie a causa dell'incoscienza di chi, nonostante le vite già spezzate e i danni già arrecati dalla pandemia, preferisce dimenticare la pandemia e non adottare precauzioni. L'auspicio è che vengano incrementati i controlli e che la comunità tutta torni ad attenersi alle misure anti-contagio previste. Prima che sia troppo tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento