menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19: la nuova analisi dei dati e il calo dei casi, ma i contagi rischiano di riesplodere

Il calo di casi non deve far abbassare la guardia ai cittadini: stanno giungendo presso la nostra redazione, numerose segnalazioni da parte dei salernitani, in merito al ritorno del via-vai nelle aree pubbliche

Nuovi dati incoraggianti, nel nostro territorio, sul fronte contagio da Covid-19. Infatti, se in Campania sabato i casi positivi erano 132 su 1605 tamponi effettuati (+8.2%), domenica 5 aprile i contagiati sono risultati 108 su 1445 test (+7.4%). Lunedì 6 aprile, dunque, 90 i casi su 1253 (+7.1%): parliamo di 18 casi in meno rispetto al giorno precedente. Tuttavia, se le percentuali dei pazienti che hanno contratto il Covid-19 sono in calo, è da valutare anche la diminuzione progressiva del numero dei tamponi effettuati in questi giorni. A Salerno e provincia, intanto, dai 426 contagi di sabato, si è passati ai 437 di domenica (+9 casi) fino ad arrivare ai 462 di lunedì (+25 casi).

I dati nel salernitano

Il rischio

Il calo di casi, peraltro, non deve far abbassare la guardia ai cittadini: stanno giungendo presso la nostra redazione, numerose segnalazioni da parte dei salernitani, in merito al ritorno del via-vai nelle aree pubbliche. In particolare, nel rione Carmine, come segnalato dalla presidente del Comitato di Quartiere San Francesco, Laura Vitale, diversi residenti hanno notato assembramenti di persone, strade nuovamente frequentate ed anche qualcuno seduto sulle panchine con nonchalanche. Situazioni simili anche a Torrione, Pastena e Mercatello, nonchè sui rioni collinari: a Matierno, c'è chi, negli spazi aperti non distanti dagli edifici popolari, si incontra e si intrattiene in strada, in barba alle norme anti-contagio ancora in vigore. Il rischio è che tra 2 settimane (tempo indicativo calcolato per l'incubazione del Covid-19 ndr), potrebbe esserci nuovamente un'esplosione di casi accertati, con la vanificazione degli sforzi compiuti sino ad oggi dalla popolazione e il conseguente drammatico prolungamento dell'emergenza sanitaria. Necessario, dunque, continuare a "resistere" ed evitare di uscire di casa, se non per ragioni strettamente necessarie, in attesa di nuove disposizioni da parte dell'Istituzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento