Cronaca

Covid-19: superati i 2000 contagi, De Luca conferma: "Sarà lockdown come a marzo"

Il Governatore richiederà anche un lockdown su tutta Italia: "Per i dati che abbiamo, dobbiamo decidere di chiudere tutto, per la Campania faremo ciò che va fatto per difendere la vita delle famiglie"

Non risponde alla "campagna di sciacallaggio politico e mediatico contro la nostra regione", il presidente della Campania, Vincenzo De Luca ma, nella consueta diretta Facebook del venerdì, annuncia immediatamente ciò che avverrà nel nostro territorio nei prossimi giorni: torna il lockdown, con la chiusura di tutte le attività non essenziali. Restano aperti, dunque, solo i settori industriali, agricoli, edilizii, agroalimentari per un mese o 40 giorni, in attesa di una successiva valutazione sull'epidemia, per poi incominciare a riaprire.

Il bollettino regionale

L'annuncio

Il Governatore richiederà anche un lockdown su tutta Italia: "Per i dati che abbiamo, dobbiamo decidere di chiudere tutto, per la Campania faremo ciò che va fatto per difendere la vita delle famiglie". Secondo De Luca occorre bloccare la mobilità interregionale ed anche quella tra i comuni: "Dobbiamo fare quanto abbiamo fatto a marzo, tentando di difendere, per quanto possibile, le attività produttive: oggi siamo ancora in tempo, ma la situazione è pesante. Non siamo alla tragedia, però siamo a un passo dalla tragedia: io non voglio trovarmi di fronte a camion militari che portano centinaia di bare. Nessuno garantisce che questo non avvenga: da oggi in poi sentitevi esseri umani, non più portatori di divisioni politiche, ma sentitevi donne e uomini impegnati a difendere la vita delle vostre famiglie. Il resto non conta nulla".

Opposizione all'attacco

Impennata di contagi

Poi, il dato di oggi dei contagi in Campania: "Oggi 2280 positivi su 15.800 tamponi, quindi il 14,5% di contagi rispetto al 12.8% di ieri". Sottolineando come sia importante  tenere stretto il dato dei 9 morti ogni 100mila abitanti in Campania, "miracolosamente più basso rispetto alle altre regioni", De Luca ha poi mostrato una tac polmonare di un 37enne ricoverato in Terapia Intensiva al Cotugno e che, a causa del Covid-19, non ha più un'attività respiratoria e senza il ventilatore polmonare morirebbe. Il Governatore ha poi puntato i riflettori sui posti letti: "Non reggiamo più: chiedo ai medici di aiutarci a filtrare i pazienti che hanno pochi o scarsi sintomi e che possono restare a casa, liberando i posti letto per chi ne ha bisogno. Necessarie convenzioni ad hoc per strutture private, per dedicare le strutture pubbliche ai pazienti più gravi e quindi anche ai pazienti Covid", ha osservato De Luca.

I tamponi

Circa i tamponi, De Luca ha sottolineato la scorrettezza di alcuni laboratori privati che non avrebbero comunicato alle Asl i dati dei positivi o che hanno effettuato procedure sbagliate nell'elaborazione dei test: avvisate, dunque, le forze dell'ordine per monitorare la situazione e garantire condizioni di efficacia e sicurezza negli screening. L'obiettivo è quello di avere il risultato dei tamponi in 12 ore, tramite sms sul cellulare: De Luca lo ha prefisso per la prossima settimana.

Circa i vaccini

Sono state consegnate 906mila dosi di vaccino e ne sono state effettuate 540mila, ha comunicato il Governatore che ha rinnovato l'invito a sottoporre i bambini e le fasce fragili e, in genere, quante più persone possibili, alla vaccinazione.

Scuole

"Ho sentito sulla scuola alcune delle affermazioni tra le più stupide", ha commentato il Governatore che ha riproposto i dati forniti dalle Asl di Napoli sui contagi che riguardano studenti e docenti. "Evitiamo che il contagio si diffonda in maniera incontrollata sulla popolazione studentesca e sulle famiglie e cerchiamo di potenziare la didattica a distanza. Punto", ha sottolineato De Luca che ha poi puntato il dito contro la banalità e l'irresponsabilità dilagante sull'argomento. In merito alle elementari, si procederà a verificare se lunedì sarà possibile riaprirle o meno. "Gli esperti dell'Unità di Crisi hanno fatto una comparazione tra il dato del contagio prima dell'apertura dell'anno scolastico e quello che è accaduto dal 24 settembre al 15 ottobre - ha continuato De Luca- Noi abbiamo avuto nella popolazione generale tra prima e dopo un aumento di 3 volte del contagio. Circa la fascia d'età da 0 a 18 anni, nelle due settimane dopo l'anno scolastico ha registrato un aumento di 9 volte". Il Governatore ha chiesto quali genitori, in queste condizioni, se la sentano di mandare i figli a scuola. Sabato si terrà un'unità di crisi per una valutazione sui dati rivolti alla Scuola.

Commercio

Occorre una riunione Stato-Regioni, secondo il Governatore della Campania, al fine di individuare un piano socio-economico rapido per misure di sostegno per le attività economiche, ad iniziare dalla cassa integrazione, agli affitti dimezzati dopo la pandemia, ragionando sui finanziamenti europei disponibili.

La stoccata

A fronte di azioni di sciacallaggio ignobile da parte di un Ministro improbabile, abbiamo avuto rapporti di grande correttezza con altri esponenti di Governo che voglio ringraziare: dal Ministro Speranza, al Ministro dell'Interno, al Capo della Polizia che hanno inviato nuove forze.

Di ieri, un colloquio con il Ministro Patuanelli per la metanizzazione del Cilento: il Ministro ha risposto in modo civile e garbato. A conferma che nel Governo, come nelle Forze Politiche, ci sono i tangheri, ci sono gli sciacalli, ma ci sono anche le persone perbene.

Il destino della Campania è quello di anticipare quello che gli altri fanno dopo, come la campagna di vaccinazione, il controllo dall'estero. Ancora, abbiamo anticipato l'uso obbligatorio della mascherina e il divieto di asporto. Abbiamo anticipato misure che riguardano il mondo della scuola: sembrava una bestemmia, poi negli ultimi giorni hanno fatto in tutta Italia quello che abbiamo fatto noi.

Questo è il nostro destino, prendiamola come una missione: dobbiamo dare coraggio a un Paese che di coraggio non ne ha molto, anticipandone le mosse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19: superati i 2000 contagi, De Luca conferma: "Sarà lockdown come a marzo"

SalernoToday è in caricamento