Presto mascherine obbligatorie, De Luca annuncia la strategia della Fase 2

Dopo aver rinnovato il suo invito a restare a casa, per evitare la riesplosione del contagio da Covid-19, De Luca si è soffermato sul rischio di nuovi rientri dal Nord e sul problema dei tamponi

Ha annunciato le strategie della Fase 2 per il contenimento della diffusione del Covid-19, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca che ha tenuto una diretta Fb come di consueto, di venerdì. “Si sta ragionando sulla Fase 2: è evidente che siamo chiamati a fare un altro sacrificio di due settimane. E’ difficile, ma rischiamo di perdere tutto per un’impazienza ingiustificata. Possiamo parlare di una ripresa della vita sociale quando avremo la certezza che è stato contenuto il contagio. - ha precisato il Governatore- Questo si può arrivare soltanto a fine aprile o inizio maggio, tenendo il comportamento di questi mesi. Poi si puà ripartire: a fine mese, ad esempio, le riprese di edilizia, di manutenzione delle strutture balneari, attività alimentari e di produzione di cibo preconfezionato da consegnare a domicilio“.

Le mascherine saranno obbligatorie

De Luca ha anche annunciato che dopo la produzione di oltre tre milioni di mascherine, scatterà un’ordinanza che ne ordini l’utilizzo. Il piano, dalla prossima settimana, è di distribuirle a farmacie, residenze per anziani, servizi sociali dei Comuni, medici di base, affinchè giungano ai soggetti deboli. Particolare attenzione, quindi, per la vendita successiva dei prodotti che dovrà essere ad un costo dimezzato, così da evitare speculazioni in merito. Il Governatore ha poi assicurato che la Regione sta provvedendo ad acquistare il vaccino antinfluenzale, per evitare finiscano le scorte in futuro.

I rientri e il fronte ospedali

Dopo aver rinnovato il suo invito a restare a casa, per evitare la riesplosione del contagio da Covid-19, De Luca si è soffermato sul rischio di nuovi rientri dal Nord: "Ci saranno posti di blocco alle stazioni, ai caselli autostradali. Dobbiamo impedire che ci venga portata un’onda di contagio e quindi i controlli saranno rigorosi". Fino a 4000 euro, le sanzioni per chi trasgredirà. Infine, sul fronte ospedali, il presidente ha fatto sapere che da fine aprile riprenderà l’attività ordinaria, separando i contagiati dai reparti normali. "Mi ha fatto emozionare questa situazione, quella di costruire un ospedale di 10 giorni, in Campania non sarà di passaggio (a differenza della Lombardia), rimarrà lì perché sarà un ospedale vero", ha sottolineato. Infine, sui tamponi: “Ci arrivano in misura limitata, ma mancano i reagenti a livello internazionale – ha continuato – e li stiamo cercando ovunque. Ecco perchè bisogna fare i tamponi solo ai sintomatici“.

L'auspicio di De Luca

"In relazione alla Campania ho ascoltato commenti di tante persone che aspettavano qui da noi l’ecatombe, sembravano quasi dispiaciuti che avessimo fatto un lavoro importante.

Mi auguro che la Fase 2 sia di serietà e di rispetto reciproco"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento