rotate-mobile
Cronaca Nocera Inferiore

Covid-19 a Nocera Inferiore, contagi al liceo "Sensale": sospese le attività didattiche in presenza

Torquato alle famiglie: "Raccomando ai genitori affinchè vigilino sui comportamenti dei propri ragazzi, anche se non vanno a scuola, considerato che ad oggi i contagi sono in crescita sulla popolazione generale molto più che non in quella scolastica"

Aumentano i contagi nelle scuole di Nocera Inferiore. Il sindaco Manlio Torquato ha sospeso l’attività didattica in presenza al liceo scientifico “Nicola Sensale” di Nocera Inferiore per sette giorni, a partire da domani (sabato 13 febbraio). 

L’ordinanza del sindaco 

Torquato racconta come si è giunti a tale decisione: “Stamane abbiamo tenuto un approfondito Coordinamento di Protezione Civile alla presenza di tutti i dirigenti scolastici e dei responsabili dell'Asl di distretto e dipartimenti di prevenzione per un accurato esame dello stato delle infezioni in città e nelle scuole. I dati emersi indicano, da una parte, un aumento dell’infezione della popolazione generale in città (che più preoccupa) ma soprattutto fuori dalla fascia di età scolare e dall'altro che gli alunni delle scuole risultati infetti sono, ad oggi, poche decine unità complessive con una disseminazione per più classi ancora bassa”. L’unica eccezione è rappresentata proprio dal liceo “Sensale” dove si registra una crescita dei contagi da Covid-19 sviluppatasi dal 3 al 12 febbraio e che riguarda 11 alunni positivi su 5 classi (2 classi con un solo caso, 2 classi con 2 casi e 5 casi nella stessa classe), 55 alunni in quarantena su 5 classi. “Soprattutto nelle ultime 72 ore, anche se in termini di numeri assoluti è da ritenersi poco consistente, desta attenzione come dato tendenziale e per il numero delle classi interessate”. 

L’appello alle famiglie: 

“Raccomando ai genitori affinchè vigilino sui comportamenti dei propri ragazzi, anche se non vanno a scuola, considerato che ad oggi i contagi sono in crescita sulla popolazione generale molto più che non in quella scolastica. Presso gli altri Istituti Comprensivi e Superiori non mi sono state segnalate né sono emersi, stamane, situazioni analoghe tali da rendere ad oggi necessaria e indifferibile una sospensione o una chiusura. È fuori discussione che seguo (contrariamente alle sciocchezze scritte da qualcuno) quotidianamente ad ogni ora l'andamento epidemico nelle scuole, col senso di responsabilità di un padre che ha avuto i figli a scuola appena fino a qualche anno fa. Non certo con indifferenza. Ma decidendo come mi è consentito fare non a mio piacimento. Si rammenta, soprattutto a chi reclama più per comprensibile preoccupazione che sulla base di dati di fatto, che la sospensione delle attività didattiche va giustificata e motivata per dati certi, che le linee guida della Regione sono per l'appunto criteri orientativi rimessi alla verifica e alla conseguente determinazione dell'Asl (che può chiedere la chiusura) dei Dirigenti e del Sindaco che può disporre la sospensione della didattica in presenza o la chiusura dell'intero plesso. Non a proprio arbitrio. Quanto alla metodica della didattica a distanza integrata ecc. Quella non può disporla il sindaco. Per questa ragione ho anticipato che rappresenterò questa diffusa esigenza al Prefetto e al Provveditore agli Studi per ogni possibile decisione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19 a Nocera Inferiore, contagi al liceo "Sensale": sospese le attività didattiche in presenza

SalernoToday è in caricamento