menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19 a Pollica, ordinanza del sindaco: locali chiusi di notte

Il primo cittadino: "È mancato purtroppo, in molti giovani e giovanissimi, il senso di responsabilità individuale! Vista l'impossibilità di evitare gli assembramenti, ho scelto di rendere obbligatorio l'uso della mascherina dopo le 21"

Nuova ordinanza del sindaco di Pollica Stefano Pisani per prevenire la diffusione del Covid-19. Il provvedimento, firmato nelle ultime ore, dispone la chiusura delle attività commerciali e produttive dalle 2 alle 5 del mattino nelle frazioni di Acciaroli e Pioppi. In questi giorni intensi e complessi, in cui all'enorme afflusso turistico, si unisce la preoccupazione per l'eventuale diffusione del Covid-19, l’amministrazione comunale ha messo in campo misure utili per garantire sicurezza e controllo del territorio.

La movida

Il primo cittadino spiega: “È mancato purtroppo, in molti giovani e giovanissimi, il senso di responsabilità individuale! Vista l'impossibilità di evitare gli assembramenti, ho scelto di rendere obbligatorio l'uso della mascherina dopo le 21 per far vivere con maggiore libertà le serate estive proprio dei giovani... il risultato? È stato solo un altro motivo di mancato rispetto delle regole e di maggiori controlli da effettuare con le relative sanzioni!”.

I ringraziamenti:

L'ottima collaborazione tra ??????? ??????????, ???????????, ??????? ???????? ? ??????? ?? ??????? ci hanno consentito nel migliore dei modi possibili di superare questi giorni. A loro va la mia stima e il mio grazie sincero per il lavoro svolto, fatto da numerosi controlli e anche sanzioni per le violazioni alle vigenti disposizioni Covid-19, così come sono stati sanzionati coloro che hanno violato l'obbligo di utilizzo della mascherina dopo le ore 21.00. Il mio ?????????????? va anche agli ????????? ????????? ??? ?????????? che in alcuni casi, nonostante i maggiori investimenti per garantire il rispetto delle regole o la rinuncia a realizzare eventi che avrebbero come ogni anno prodotto grandi assembramenti, si sono spesso ritrovati nella impossibilità di rispettare le regole a causa dell'enorme afflusso di persone subendo anche le relative sanzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento