menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pellezzano, al via i tamponi di massa: le categorie individuate

L’obiettivo è quello di eseguire centinaia di tamponi nei confronti di coloro che sono individuati come soggetti appartenenti alla popolazione “sovraesposta”

Quanti più tamponi possibile per scongiurare al massimo il pericolo di contagio e garantire al meglio la tutela della salute pubblica. L’indicazione giunge dall’Istituto Zooprofilattico della Regione Campania nei confronti dei Comuni e quello di Pellezzano, ha immediatamente risposto presente all’appello nell’ambito del “Piano screening Tamponi” in Campania. L’obiettivo è quello di eseguire centinaia di tamponi nei confronti di coloro che sono individuati come soggetti appartenenti alla popolazione “sovraesposta”, vale a dire quelle persone che, per la tipologia di lavoro che svolgono quotidianamente, risulterebbero maggiormente esposte al rischio di contagio da Covid-19. I risultati dei tamponi, quindi, dovrebbero catalogare coloro i quali corrono i rischi maggiori, al fine di consentire ai competenti organismi istituzionali di adottare adeguate misure di isolamento che impediscano l’eventuale espansione del virus. 

Le categorie

Il Comune di Pellezzano, ha quindi individuato alcune categorie nei confronti delle quali eseguire un numero di tamponi più incisivo. Tra queste figurano: il personale medico sanitario, con i medici di base e gli operatori di segreteria, i dipendenti della casa di cura “La Quiete”; le forze dell’ordine, agenti della Polizia Municipale; dipendenti comunali, dipendenti della municipalizzata “Pellezzano Servizi”, dirigenti e impiegati delle scuole del territori, volontari della Protezione Civile “S. Maria delle Grazie” e i volontari dell’Associazione “Avis”; farmacisti che operano all’interno di farmacie private, comunali e parafarmacie; i sacerdoti e le suore delle varie Parrocchie del territorio; dipendenti del punto Aci, dei lavaggi, dei negozi di alimentari, di macellerie, di detersivi e casalinghi, di surgelati, di aziende agricole e dei distributori di benzina. I tamponi saranno eseguiti domani 30 aprile, i risultati verranno poi trasmessi allo stesso Istituto Zooprofilattico della Regione Campania per decidere circa eventuali interventi da eseguire in caso di bisogno. 

Parla il sindaco Francesco Morra

“Ci apprestiamo ad entrare nella fase due. L’ingresso in questa fase, che deve essere prudente e graduale, necessita di maggiori controlli, soprattutto con la riapertura di alcune attività commerciali. Per questo motivo, abbiamo risposto all’appello lanciato dall’Istituto Zooprofilattico della Regione Campania per fare centinaia di tamponi alla popolazione sovraesposta al rischio di contagio.

E’ un’operazione necessaria per tutelare al meglio la salute pubblica e incamminarci in quello che sarà il periodo di convivenza con il virus, utilizzando la massima prudenza per non vanificare gli sforzi e i sacrifici fatti sinora. A tal proposito, sento il bisogno di congratularmi con i miei concittadini, perché hanno mostrato una diligenza e uno spirito di adattamento all’emergenza sanitaria in maniera molto composta e altruistica”. 



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento