Allarme contagi a Pagani: rafforza l'Usca, Bilotti interroga il ministro Speranza

A firmare la lettera-denuncia sono stati i sindaci di nove comuni: Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Pontecagnano Faiano, Acerno, San Mango Piemonte e Castiglione del Genovesi

Rafforzata l’Unità speciale di Continuità Assistenziale a Pagani: in arrivo 10 medici a supporto dell’attuale team. Una notizia davvero importante per la nostra città: a partire dalla prossima settimana il servizio Asl per la cura dei malati Covid in isolamento domiciliare sarà potenziato, permettendo un controllo più capillare del contagio da Covid-19 a Pagani. I medici del presidio paganese, allocato presso la sede dell’ex banca Mps presso il Mercato Ortofrutticolo Pagani-Nocera, potranno offrire una maggiore copertura del servizio domiciliare, in associazione al drive-in, partito la scorsa settimana. È stata, inoltre, efficientata la rete internet nella sede Usca e nei prossimi giorni saranno attivati i contatti diretti del presidio paganese, a cui potersi rivolgere.  

I disagi nei Picentini 

“Raccolgo l'appello lanciato dai sindaci dei comuni Picentini e sono al loro fianco, oltre che di tutti i cittadini della mia terra, nelle sollecitazioni fatte al Dipartimento di prevenzione dell'Asl, al direttore del Distretto sanitario 68 e al presidente della Regione Campania per mettere fine ai gravi disagi in atto, a cominciare dalle difficoltà, se non impossibilità, per i cittadini di essere sottoposti a tampone presso l'Usca di Campigliano a San Cipriano Picentino”. Così Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle, che annuncia un'interrogazione parlamentare dopo la lettera-denuncia degli amministratori dei comuni del territorio, che lamentano gravi difficoltà nel contrasto all'emergenza Covid. “Ho formulato un'interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza – aggiunge la parlamentare – affinché verifichi l'effettiva attivazione e l'adeguato dimensionamento delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) in relazione all'evoluzione dell'emergenza in corso e alla luce del trasferimento alla Regioni di notevoli risorse e di importanti deleghe gestionali relative alle assunzioni di nuovo personale”.  A firmare la lettera-denuncia sono stati i sindaci di nove comuni: Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Pontecagnano Faiano, Acerno, San Mango Piemonte e Castiglione del Genovesi. “L'ambito di riferimento raccoglie un bacino di circa 80mila abitanti - sottolinea Bilotti - un numero che va ben oltre le prescrizioni governative in merito al dimensionamento delle Usca, per le quali è previsto un massimo di 50mila abitanti. I provvedimenti assunti dal Governo prevedono anche misure a carattere straordinario per l'assunzione del personale sanitario necessario per far fronte all'emergenza. Davanti alle segnalazioni dei sindaci, che parlano di mancanza di tamponi, mancanza di personale e impossibilità di far fronte al numero di richieste di assistenza domiciliare ho ritenuto doveroso intervenire immediatamente, interessando il ministro della Salute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento