Cronaca

Allarme contagi a Pagani: rafforza l'Usca, Bilotti interroga il ministro Speranza

A firmare la lettera-denuncia sono stati i sindaci di nove comuni: Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Pontecagnano Faiano, Acerno, San Mango Piemonte e Castiglione del Genovesi

Rafforzata l’Unità speciale di Continuità Assistenziale a Pagani: in arrivo 10 medici a supporto dell’attuale team. Una notizia davvero importante per la nostra città: a partire dalla prossima settimana il servizio Asl per la cura dei malati Covid in isolamento domiciliare sarà potenziato, permettendo un controllo più capillare del contagio da Covid-19 a Pagani. I medici del presidio paganese, allocato presso la sede dell’ex banca Mps presso il Mercato Ortofrutticolo Pagani-Nocera, potranno offrire una maggiore copertura del servizio domiciliare, in associazione al drive-in, partito la scorsa settimana. È stata, inoltre, efficientata la rete internet nella sede Usca e nei prossimi giorni saranno attivati i contatti diretti del presidio paganese, a cui potersi rivolgere.  

I disagi nei Picentini 

“Raccolgo l'appello lanciato dai sindaci dei comuni Picentini e sono al loro fianco, oltre che di tutti i cittadini della mia terra, nelle sollecitazioni fatte al Dipartimento di prevenzione dell'Asl, al direttore del Distretto sanitario 68 e al presidente della Regione Campania per mettere fine ai gravi disagi in atto, a cominciare dalle difficoltà, se non impossibilità, per i cittadini di essere sottoposti a tampone presso l'Usca di Campigliano a San Cipriano Picentino”. Così Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle, che annuncia un'interrogazione parlamentare dopo la lettera-denuncia degli amministratori dei comuni del territorio, che lamentano gravi difficoltà nel contrasto all'emergenza Covid. “Ho formulato un'interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza – aggiunge la parlamentare – affinché verifichi l'effettiva attivazione e l'adeguato dimensionamento delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) in relazione all'evoluzione dell'emergenza in corso e alla luce del trasferimento alla Regioni di notevoli risorse e di importanti deleghe gestionali relative alle assunzioni di nuovo personale”.  A firmare la lettera-denuncia sono stati i sindaci di nove comuni: Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Pontecagnano Faiano, Acerno, San Mango Piemonte e Castiglione del Genovesi. “L'ambito di riferimento raccoglie un bacino di circa 80mila abitanti - sottolinea Bilotti - un numero che va ben oltre le prescrizioni governative in merito al dimensionamento delle Usca, per le quali è previsto un massimo di 50mila abitanti. I provvedimenti assunti dal Governo prevedono anche misure a carattere straordinario per l'assunzione del personale sanitario necessario per far fronte all'emergenza. Davanti alle segnalazioni dei sindaci, che parlano di mancanza di tamponi, mancanza di personale e impossibilità di far fronte al numero di richieste di assistenza domiciliare ho ritenuto doveroso intervenire immediatamente, interessando il ministro della Salute”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme contagi a Pagani: rafforza l'Usca, Bilotti interroga il ministro Speranza

SalernoToday è in caricamento