Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Covid, De Luca attacca dottoressa salernitana: "Non ha fatto il tampone al marito tornato dalla Serbia"

Il governatore prende di mira anche il Governo Conte sostenuto dal suo partito, il Pd: Se apre le frontiere a tutti andremo in difficoltà"

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca torna a parlare degli arrivi in Campania dall’estero. E si mostra preoccupato per le decisioni prese dal Governo Conte, sostenuto anche dal suo partito, il Pd, oltre che dal M5S, Leu e Italia Viva. 

Le frontiere aperte 

“Se sono un po' preoccupato? Io sono preoccupatissimo, ma da sempre. Se il Governo nazionale apre l'Italia com'era inevitabile - ha aggiunto De Luca - se apriamo anche le frontiere, qui probabilmente con una leggerezza di troppo da parte del Governo, se ci arrivano anche dall'estero persone contagiate da Paesi a forte contagio come Pakistan, Bangladesh, Brasile, India, è chiaro che andiamo in grande difficoltà. L'importante è che almeno i nostri concittadini siano responsabili, perché una metà dei contagi che abbiamo registrato rinviano a comportamenti assolutamente irresponsabili". 

Il caso salernitano 

De Luca ha citato il caso avvenuto "in provincia di Salerno" dove "una dottoressa aveva il marito tornato dalla Serbia con la febbre e lo ha portato in ospedale, nel suo reparto, senza fargli fare prima il tampone. Queste sono cose di una irresponsabilità unica, che non possono essere tollerate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, De Luca attacca dottoressa salernitana: "Non ha fatto il tampone al marito tornato dalla Serbia"

SalernoToday è in caricamento