Ospedali, aziende di trasporto e mascherine "facoltative" all'aperto, De Luca: "Io continuo a indossarle"

Circa i tamponi, proseguirà lo screening sul personale sanitario e sui pazienti, in particolare su chiunque venga sottoposto ad un ricovero: il Governatore in diretta

Riflettori puntati sulle aziende trasporto pubblico, sulla mascherina da oggi facoltativa all'aperto e sulla gestione dell'emergenza negli ospedali, nei prossimi mesi: il Governatore Vincenzo De Luca fornisce il punto della situazione con una diretta Facebook, stamattina. Per iniziare, in merito alle aziende di trasporto, De Luca ha precisato che quelle risanate prima dell'epidemia devono essere risarcire, ma le aziende che non erano state risanate devono essere sì aiutate, ma non con i soldi del Governo che, altrimenti, "rischieremmo non ci dia proprio nulla".

Capitolo mascherine

"Ricordiamo che da oggi è facoltativo l’uso all’aperto della mascherina, anche se io continuerò sempre ad indossarla fino a ottobre e fino a quando non avremo condizioni di totale tranquillità. - ha detto il presidente -  Ad ogni modo è necessario portarla sempre con sè: se si sta negli assembramenti, anche se all'aperto, o se ci si trova nei locali o in luoghi chiusi serve sempre indossarla". Decisivo mai come ora, per il Governatore, il senso di responsabilità delle persone, in quanto non ci saranno più i controlli capillari iniziali.

La gestione degli ospedali

In merito alla seconda eventuale ondata, De Luca ha detto: "Noi dobbiamo prepararci rispetto all'ipotesi più pessimistica: abbiamo presentato un piano ospedaliero aggiornato con il raddoppio dei posti di terapia intensiva e l'aumento della post intensiva, perchè qui non succederà mai quello che è successo in Lombardia e in altre regioni del Nord, con anziani per terra perchè non c'erano posti negli ospedali. Poi c'è qualcuno che lavora per portare seccia, come qualche esponente politico, ma intanto noi prepariamoci con comportamenti responsabili sulle ipotesi pessimistiche e poi facciamo in modo che non arrivi il peggio". Circa la gestione ospedaliera, a Salerno, Caserta e Napoli verranno mantenute alcune strutture dedicate al Covid, mentre riprenderanno regolarmente le altre attività ospedaliere, ma con la possibilità, all'evenienza, di una rapida ricoversione per reparti Covid. Circa i tamponi, proseguirà lo screening sul personale sanitario e sui pazienti, in particolare su chiunque venga sottoposto ad un ricovero.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento