Covid e giustizia: chiusura del tribunale di Vallo, la protesta degli avvocati

In una nota, i presidenti del Consiglio dell’Ordine, della Camera Penale e dell’Aiga criticano il provvedimento definendolo "restrittivo, improvviso nelle tempistiche quanto nel contenuto, il definitivo colpo di grazia"

Il Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania, De Luca, ha disposto la chiusura di tutte le Cancellerie del Tribunale e del Giudice di Pace. Lo sportello unico osserverà i seguenti orari: 9.30-11.30. In una nota, i presidenti del Consiglio dell’Ordine, della Camera Penale e dell’Aiga criticano il provvedimento definendolo "restrittivo, improvviso nelle tempistiche quanto nel contenuto, il definitivo colpo di grazia per la classe forense e per tutta l’attività giurisdizionale del territorio, con conseguenze letali per la cittadinanza ed il tessuto socio economico locale".

Le reazioni

“Consapevoli dell’alto valore della nostra professione, dovremmo avere una corsia preferenziale nello svolgimento della nostra attività – dichiara l’avvocato Domenico Lentini, presidente del COA -  Viene adottato, invece, un provvedimento inaccettabile che rende ancor più difficoltoso il nostro lavoro. Le nuove disposizioni fanno riferimento ad una situazione di contagio generica e non supportata da specifiche problematiche riscontrate in Tribunale. Orari e modalità di accesso alle Cancellerie risultano essere del tutto inadeguate ed ingiustificabili". L'avvbcato Gianluca D’Aiuto, Presidente della Camera Penale territoriale, aggiunge: “Il quadro organizzativo imposto, senza alcuna interlocuzione, si traduce non solo in un concreto pericolo per il diritto alla salute di tutti gli operatori giuridici, ma in una vera e propria lesione della dignità e del decoro dell’Avvocatura – Le disposizioni sono state adottate senza alcuna preventiva consultazione dell’Avvocatura Penale, assolutamente doverosa tenuto conto delle ripercussioni negative che le disposizioni adottate avranno sull’esercizio dell’attività difensiva in concreto". Sulla stessa posizione è l’AIGA. E' rappresentata dal suo Presidente territoriale, l’avvocato RobertoScotti: “Mai come in questo momento l’avvocatura del Foro di Vallo della Lucania si è mostrata coesa e compatta. Ogni sua rappresentanza, in forma autonoma e poi congiunta, ha richiesto, per ben tre volte, di istituire un tavolo tecnico che ricomprendesse tutti i soggetti coinvolti: Magistratura, Avvocatura, personale amministrativo. L’Aiga da giugno richiede un confronto costruttivo tra le parti per concordare le misure più opportune. Misure che dovrebbero avere come primo obiettivo la tutela della salute, ma senza rinuncia generale allo svolgimento dell’attività giurisdizionale". Le nuove disposizioni sono entrate in vigore oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento