menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Area mercatale di Agropoli

Area mercatale di Agropoli

Emergenza Covid-19: pioggia di ordinanze restrittive, i sindaci salernitani corrono ai ripari

Diversi, i primi cittadini che, a seguito dell'incremento dei contagi, hanno emesso nuove ordinanze restrittive

Ore di lavoro e decisioni in evoluzione, quelle che si susseguono nel salernitano. A causa dell'incremento dei contagi, infatti, numerosi i primi cittadini che stanno disponendo ordinanze restrittive al fine di contenere la diffusione del Covid-19. In particolare, il sindaco di Castellabate pone un freno alle occasioni di assembramento emettendo l'ordinanza n. 60 che dispone alcune misure di gestione dell’emergenza sanitaria, valide fino al prossimo 3 dicembre. Si decide di sospendere i mercati settimanali del sabato a Santa Maria, in piazza Mondelli, e del martedì a San Marco, in piazza Passaro. Viene inoltre prorogata la sospensione di tutte le pratiche di trasferimento di residenza e domicilio presso il Comune, già disposta nell'ordinanza n.58 e verranno intensificate, specie nei fine settimana, le operazioni di controllo, ad opera della Polizia Municipale, relative al  rispetto delle misure anti-Covid, al fine di contenere gli assembramenti e la movida giovanile.  Intanto, ad Agropoli, il sindaco Adamo Coppola dispone la sospensione del mercato settimanale del giovedì. Il provvedimento, eventualmente prorogabile, sarà operativo da domani, giovedì 12 novembre, fino a fine novembre. “L’area mercatale, come centro naturale di aggregazione, determina l’accesso sia di numerosi operatori commerciali provenienti da varie parti della Regione nonché l’afflusso di numerosi frequentatori in qualità di utenti, provenienti non solo dal territorio comunale ma anche da territori limitrofi, segnatamente l’Alto Cilento. – si legge in una nota - Il sindaco, acquisita la relazione del Comando di Polizia municipale, dalla quale si rileva l’opportunità di sospendere l’attività del mercato del giovedì, in modo da ridurre la mobilità degli utenti tra i vari paesi, alla luce della situazione epidemiologica che interessa il nostro Comune, la Provincia e l’intero territorio regionale, avvalendosi di quanto stabilito nel DPCM del 3 novembre scorso, art. 1 comma 4, ha deciso di chiudere in quanto non si è, peraltro, in grado di garantire per i frequentatori il rispetto della distanza sociale di almeno un metro”. Restrizioni vengono adottate anche relativamente all’accesso del pubblico agli uffici comunali, il quale è contingentato e riorganizzato, consentendo l'accesso previo appuntamento, solo per casi di urgenza.

Sanificazione a Giffoni

Parla Coppola

“La situazione dei contagi nel nostro Comune è contenuta e sotto controllo. Ma vogliamo evitare che tale numero cresca in maniera esponenziale. Guardando gli altri Comuni della Regione, alcuni hanno numeri alquanto preoccupanti, quindi al fine di limitare al minimo le occasioni di contagio, ho ritenuto di porre un primo freno evitando lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì, anche per evitare potenziali situazioni di assembramento da parte degli utenti fruitori. Nel contempo viene riorganizzato l’accesso agli uffici comunali. 

Continuiamo il monitoraggio delle aree sensibili e in generale del territorio, oltre che la situazione dei contagi interni, non escludendo ulteriori azioni se le situazioni lo dovessero richiedere. Raccomando a tutti infine di osservare le prescrizioni anti-Covid 19, solo insieme possiamo contenere la crescita dei contagi e così scongiurare ulteriori restrizioni”.  

Ancora, la sindaca di Castel San Giorgio chiude gli impianti sportivi della città e sospende il mercato settimanale del venerdì per oltre un mese. “Vista i casi da Covid 19 e i conseguenti contagi legati al virus nella nostra città, ho ritenuto opportuno, insieme ai settori comunali di competenza, emanare due ordinanze per evitare ulteriori contagi”, ha detto Paola Lanzara. Nel dettaglio, il Comune ha previsto la sospensione temporanea della fiera settimanale del venerdì per il settore non alimentare e alimentare in piazza Nassirya. Contemporaneamente, è stata prevista la chiusura del campo sportivo comunale "Domenico Sessa" e di altre strutture sportive comunali. Tutto sarà chiuso fino al prossimo 14 dicembre. Inoltre, a San Valentino Torio, da stasera è imposto il divieto di stazionamento ed assembramento su tutta l' area delle Cooperative Edilizie di Via Leonardo Da Vinci, a partire dalle 18.00 e fino alle 22.00. Non si potranno consumare, nello stesso orario, cibi e bevande all' aperto in quest' area. “Ricordo inoltre che dalle 22.00 in poi, per decreto nazionale del 3 Novembre, sono sospese tutte le attività economiche e sociali all'aperto e bisogna ritirarsi nelle proprie abitazioni. – ha detto il sindaco Michele Sarno - Il parco giochi potrà essere utilizzato soltanto dai minori accompagnati dai genitori, ma fino alle ore 20.  Stasera controlli dei vigili e dei carabinieri e multe salatissime”.

Cava

A Cava, il sindaco Vincenzo Servalli ha disposto ulteriori misure di contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, con limitazioni della permanenza pedonale in piazza Abbro  e in piazza Passaro, ed obbligo per le attività di ristorazione di inibire la seduta sulle aree esterne. A partire da oggi, mercoledì 11 novembre, tutti gli esercizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) che offrono servizi al tavolo su aree pubbliche nel centro storico ed immediate vicinanze, dalle ore 18.00 hanno l’obbligo di accatastare le sedie poste negli spazi esterni all'attività e comunque di non renderle fruibili durante il periodo di chiusura dell'esercizio al fine di evitare assembramenti di persone; Negli orari di apertura degli esercizi di ristorazione è fatto obbligo di distanziare i tavoli in modo che sia garantita la distanza di m. 1.50 tra gli utenti dei diversi tavoli. Dopo il divieto di permanenza già in vigore dal 2 novembre scorso, infine, in via A. Sorrentino, via Angiporto del Castello, via G. Verdi, via D. Alighieri, via N. Caputo, e via Mafalda di Savoia, dalle ore 18.00 alle ore 5.00 del giorno successivo è fatto divieto a tutti i cittadini di sostare anche su piazza Abbro e piazza Passato, al fine di evitare qualsiasi assembramento di persone. In tali aree è consentito il solo transito dei pedoni con assoluto divieto di permanenza, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso per gli utenti degli esercizi commerciali legittimamente aperti, agli uffici e servizi pubblici, ed alle abitazioni private.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Bonus affitto 2021: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento