Ospedale, Siamo Cavesi lancia l'allarme: "Possibile chiusura del reparto di rianimazione"

Attraverso una nota stampa, il Movimento Civico e il Gruppo Consiliare esprimono preoccupazione per la chiusura del reparto di Cava. Gli operatori sarebbero dirottati verso l’ospedale salernitano “Da Procida” per fronteggiare un’eventuale emergenza Coronavirus

"Destano preoccupazioni le voci che circolano in città sulla possibile chiusura del reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cava de' Tirreni, i cui operatori sarebbero dirottati verso l’ospedale salernitano Da Procida per fronteggiare un’eventuale emergenza Covid". Lo scrivono in una nota il Movimento Civico e il Gruppo Consiliare di “Siamo Cavesi” .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dettagli

Il Covid non retrocede, anzi è già presente in alcuni reparti degli ospedali Ruggi di Salerno e Umberto I di Nocera Inferiore. "Siamo consapevoli - spiega Siamo Cavesi - che in un momento così delicato per la sanità campana e nazionale, caratterizzato da un aumento costante giornaliero dei contagi Covid19, sia necessaria la collaborazione di tutti. Tuttavia, nell’ottica di un lavoro sinergico tra gli esponenti politico – istituzionali, le direzioni sanitarie e gli operatori sanitari, auspichiamo che le decisioni prese in un momento di emergenza siano provvisorie e non si tramutino in un pretesto per privare l’ospedale di Cava di un altro importante servizio che rappresenta un elemento imprescindibile per assicurare la piena funzionalità del Pronto Soccorso e la gestione dei pazienti che ricorrono alle chirurgie d’urgenza e traumatologica. Se il trasferimento risultasse permanente e l’emergenza Covid risultasse solo un pretesto, siamo pronti a dare battaglia perché il nostro ospedale rimanga integro, a garanzia della salute dei cittadini. In ogni caso dispiace constatare che, ancora una volta, l’ospedale di Cava sia utilizzato come bacino da cui attingere per potenziare gli ospedali salernitani e che sia depauperato di professionalità nel silenzio complice dell’amministrazione comunale.  
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Restrizioni per le norme anti-Covid: Sal De Riso chiude i battenti, l'annuncio

  • Nuovo Dpcm, commercianti bloccano la strada a Nocera Inferiore: traffico in tilt

  • Covid-19, ordinanza di De Luca: resta il coprifuoco, confermata la Dad

  • Coronavirus, altri 262 casi positivi nel salernitano: i dati del Ministero

  • Scafati, alunne bendate durante l'interrogazione a distanza: parla il preside

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento