menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crac Amato, Del Mese si confessa: "Mi difendo nel processo e non dal processo"

L'ex sottosegretario racconta al quotidiano Metropolis la sua vicenda giudiziaria come imputato nel processo sul fallimento del pastificio Amato.

"Preferisco non proclamare la mia innocenza all’aria. Io mi difendo nelle aule di tribunale. Mi difendo nel processo e non dal processo. Nel senso che credo nelle istituzioni e dimostrerò la mia innocenza nel processo". Con queste parole l'ex sottosegretario e parlamentare salernitano Paolo Del Mese racconta in una lunga intervista rilasciata al quotidiano Metropolis come sta vivendo la sua vicenda giudiziaria come imputato nel processo sul fallimento del pastificio Amato, ma anche com'è cambiata la sua vita dopo l'inchiesta.

"Il 15 maggio - spiega Del Mese a Metropolis - ci sarà la prima udienza davanti al Gip per il secondo filone del crac Amato che mi vede coinvolto con Mussari e Ceccuzzi. Questo è un procedimento kafkiano. Perché nel primo filone non mi viene imputato nulla sul finanziamento ricevuto dalla Mps. Fu finanziato correttamente". Sulla sua permanenza in carcere dice: "E’ stata un’esperienza drammatica, ma positiva. Mi ha aiutato a capire cosa è la vera solidarietà umana e mi ha rafforzato. Mi ha dato nuova linfa per oppormi alle ingiustizie. E poi ho capito anche che le custodie cautelari devono essere usate in modo serio e definitivo. Il 40% dei detenuti in Italia viene assolto".

Sulla riapertuta dello storico pastificio grazie all'impegno della famiglia Gragnano Del Mese afferma: "E’ stato un affare l’acquisto del pastificio. Secondo un’azienda tedesca solo il marchio valeva 24 milioni di euro. E tutto il pacchetto, invece, è stato acquistato per 13 milioni. Comunque sono contento, perché ha ridato un lavoro ai salernitani e spero che possa influire positivamente sull’economia locale". Infine nega di avere ancora incontri con la famiglia Amato: "Incontro ogni tanto il Cavaliere Peppino senior. Tra di noi ci sono rapporti di stima reciproca".

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento