Cronaca

Crescent, nuova diffida al Ministero dei Beni Culturali: pronte azioni penali

Per Italia Nostra e No Crescent "è stato evidenziato che il sindaco, in corso di procedura di controllo paesaggistico del Soprintendente, ha posto in essere delle interlocuzioni non consentite dalla legge"

Nuova diffida al Ministero per i Beni culturali sull'ipotizzato "tavolo tecnico". Italia Nostra e il comitato No Crescent hanno presentato l'atto di diffida al Ministro Dario Franceschini e ai dirigenti ministeriali, tra cui ul segretario generale architetto Recchia. "Il Codice del paesaggio e dei beni culturali - dicono le due associazioni - non prevede tavoli tecnici con la partecipazione di organi ministeriali avendo attribuito le competenze in materia di vincoli paesaggistici esclusivamente al Soprintendente territoriale".

Per Italia Nostra e No Crescent "è stato evidenziato inoltre che il sindaco, in corso di procedura di controllo paesaggistico del Soprintendente, ha posto in essere delle interlocuzioni non consentite dalla legge anche perché in materia paesaggistica le competenze comunali sono attribuite ai soli organi burocratici dell'ente. In caso di attivazione di tavolo tecnico le associazioni si riservano di adire la magistratura penale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crescent, nuova diffida al Ministero dei Beni Culturali: pronte azioni penali

SalernoToday è in caricamento