rotate-mobile
Cronaca

Meno bus nei giorni festivi, Fnp Cisl: "Se non possiamo muoverci, nulla ha più senso"

Dell'Isola: "La stragrande maggioranza dei cittadini come studenti, pensionati, precari, disoccupati, lavoratori, chi vive in periferia, non possono vedere minato il proprio diritto alla mobilità"

“Non tagliate le corse nei giorni festivi”: questo l'accorato appello, rivolto al management del Cstp che arriva dal sindacato della Fnp Cisl provincia. Non si lascia attendere, infatti, il commento del segretario generale, Giovanni Dell'Isola, circa la riduzione del servizio di trasporto nei giorni festivi: "Consideriamo tale scelta gravemente penalizzante per una categoria di cittadini, i pensionati, che stanno già pagando gli effetti dell'incremento delle imposte locali, delle tariffe dei servizi, della paralisi del sistema sanitario regionale e che hanno particolarmente bisogno di utilizzare il trasporto pubblico per le esigenze quotidiane di mobilità".

"Se ci togliete il diritto a muoverci diteci quale resta il nostro senso della vita - insiste -  Così continuiamo a essere le vittime sacrificali di questi tagli indiscriminati. Con la scusa della crisi non solo si stanno svuotando le tasche dei cittadini, ma ora li si vuole lasciare anche a piedi. Le conseguenze non devono ricadere su di noi ma sulle spalle di chi la crisi l’ha provocata. La stragrande maggioranza dei cittadini come studenti, pensionati, precari, disoccupati, lavoratori, chi vive in periferia, non possono vedere minato il proprio diritto alla mobilità", hanno concluso dal sindacato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno bus nei giorni festivi, Fnp Cisl: "Se non possiamo muoverci, nulla ha più senso"

SalernoToday è in caricamento