menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

Combattere il cyberbullismo: tour di Rossella Sessa nelle scuole salernitane

La nota professionista, accompagnata da diversi esponenti della società civile, ha iniziato la campagna di sensibilizzazione dalla scuola elementare "Infanzia Serena". Continuerà con l’istituto Da Vinci, poi al Genovesi ed ancora nella intera provincia

“Raccontare il bullismo, per combatterlo, per superarlo. Per conoscerlo nelle sue nuove forme social e per accompagnare le famiglie e la Scuola” con questo spirito Rossella Sessa, professionista della società civile di Salerno, ha deciso di avviare un ciclo nelle istituti salernitani. Ha iniziato con la scuola elementare Infanzia Serena, continuerà con l’istituto Da Vinci, poi al Genovesi ed ancora nella intera provincia.

In attesa della prima giornata nazionale contro il bullismo, il prossimo 7 febbraio, la professionista, che conta su una squadra di esperti, ha le idee chiare. “Il bullismo - sottolinea Sessa - è un malessere sociale fortemente diffuso, sinonimo di un disagio relazionale che si manifesta soprattutto tra adolescenti e giovani, ma sicuramente non circoscritto a nessuna categoria né sociale né tanto meno anagrafica. Il bullismo si evolve con l'età, cambia forma, ed in età adulta lo ritroveremo in tante, troppe prevaricazioni sociali, lavorative e familiari. Amici e professionisti hanno accettato il mio invito, grazie alla collaborazione delle maestre dell’Infanzia Serena nel primo appuntamento, per spiegare le varie facce di questo fenomeno sempre più diffuso e che, col passare del tempo, acquisisce forme diverse come il cyber bullismo”.


Gli incontri sono arricchiti da documenti, come i cortometraggi "il cyberbullismo " e "Un giorno da bullo e uno da vittima”, letture, relazioni di esperti. Nei primi appuntamenti, e nei successivi, Grazia Vecchione, psicoterapeuta. Poi Nunzia Soglia, professoressa universitaria, per affrontare il fenomeno dilagante del bullismo al femminile, bullismo psicologico e più penetrante. Poi ancora Oreste Somma, ispettore di polizia, l’avvocato Alain Fortunati ed ancora l’attrice Margi Villa del Priore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento