Allerta meteo: le previsioni nel salernitano, danni ad Agropoli per un fulmine e frana a Pellezzano

Allerta Rossa: dalla mezzanotte si passa all'Arancione. Ecco le previsioni della Protezione Civile. Disagi nel territorio

Attualmente in vigore sulla provincia di Salerno l'allerta meteo di livello Rosso emanata dalla Protezione civile della Regione Campania fino alle ore 23.59 di oggi.  A partire dalla mezzanotte, nelle zone del salernitano dove attualmente vige l'allerta rossa, si passa all'Arancione:  è stata infatti prorogata l'allerta meteo su tutto il territorio regionale di ulteriori 24 ore con una generale riduzione del livello di rischio rispetto a quello in vigore, ad eccezione della zona 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) dove è confermata l'allerta Arancione, ossia la stessa in vigore oggi.

Particolare attenzione va posta, sul fronte del rischio idrogeologico, ai terreni già saturi a causa delle precipitazioni di questi giorni. Anche nella giornata di domani precipitazioni da locali a sparse su tutto il territorio, anche a carattere di rovescio o temporale. Si prevedono inoltre raffiche di vento.

Ecco come cambia l'allerta a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani:

- Criticità Arancione sulle zone 3, 5, 6,  (Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento;  Zona 8: Basso Cilento.

- Criticità Gialla sulle restanti zone (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 4: Alta Irpinia e Sannio; Zona 7: Tanagro

Su tutte le zone va posta attenzione massima al rischio idrogeologico, per possibili fenomeni franosi, caduta massi anche in assenza di precipitazioni, per le condizioni del territorio che potrebbero essere particolarmente fragili.

I rischi


- Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali
e colate rapide di detriti o di fango;
- Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di
materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;
- Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
- Significativo innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua,
con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto
di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei
ponti);
- Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili
fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e
coinvolgimento delle aree urbane depresse;
- Fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni
idrogeologiche fragili, per effetto anche della saturazione dei suoli,
anche in assenza di precipitazioni.

La Protezione civile della Regione Campania raccomanda di mantenere attive tutte le misure per prevenire e contrastare i fenomeni in essere e previsti in ordine al rischio idrogeologico.

I disagi nel salernitano

Il maltempo, intanto, continua a far danni. Ad Agropoli un fulmine si è abbattuto sul tetto di un palazzo di  via Piave: due le voragini provocate, con pezzi di cemento volati in strada. Sfondato anche il dehors di un bar. Fortunatamente, nessun ferito, mentre sono in azione i vigili del fuoco e i tecnici.

E' franato un muro, poi, a Pellezzano: risulta interdetto al traffico veicolare e pedonale Via G.Nicotera in Pellezzano Capoluogo, esclusivamente nel tratto dal civico 37 al civico 39. Sul posto si sono recati agenti della Polizia Municipale, dipendenti dell’Ufficio Tecnico Comunale, i volontari della Protezione Civile S. Maria delle Grazie e i vigili del fuoco per verificare lo stato dei luoghi. Sul posto anche il Consigliere Comunale delegato Vito Mona.

130720264_10220148891687266_2776428180822760145_n-2

Parla il sindaco Francesco Morra

Innanzitutto nel ruolo istituzionale che mi compete, sento il dovere di porgere a nome dell'Ente, le scuse per i danni arrecati alle famiglie del posto, dove si è verificato il cedimento del muro di confine. Sono stati già incaricati geologi e funzionari dell'Ufficio Tecnico Comunale, che nelle prossime ore si rechereanno sul luogo dell'incidente, oltre per effettuare una valutazione dei danni, anche per predisporre un piano di messa in sicurezza della zona.
La prima cosa che vorrei sottolineare è che per fortuna non ci sono stati danni a persone, ma solo a cose. Inoltre, stiamo già predisponendo la procedura di stanziamento di alcuni fondi relativi alla messa in sicurezza del territorio, prevedendo di investire delle risorse per interventi di messa in sicurezza su Via G. Nicotera dove si è verificato il cedimento del muro di confine. Sono fondi che dovevano essere destinati ad altri interventi e che ora, per somma urgenza, verranno dirottati per ripristinare lo stato dei luoghi".
 
La momentanea interruzione di via G. Nicotera ha imposto la predisposizione del doppio senso veicolare di marcia dalla Chiesa di S.Anna fino al civico 39 e dalla SP27 fino a Piazza Genovese. I tecnici monitoreranno l'intervento di messa in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

Torna su
SalernoToday è in caricamento