menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Danno al Siulp

Danno al Siulp

Danni mareggiate: in ginocchio i lidi salernitani, l'appello del Siulp

L'amministratore del Siulp, Izzo: ""Bisogna salvaguardare l'integrità delle persone: tutti i cittadini hanno diritto di fruire delle spiagge e di un mare pulito"

Se non vengono effettuati subito gli interventi di messa in sicurezza, quest'anno, i lidi salernitani non potranno ospitare i bagnanti. A lanciare il campanello d'allarme, il Siulp di via Clark che punta i riflettori sugli ingenti danni provocati dalle mareggiate agli stabilimenti del litorale.

"Bisogna salvaguardare l'integrità delle persone: tutti i cittadini hanno diritto di fruire delle spiagge e di un mare pulito - ha esordito l'amministratore della Polisportiva Siulp, Stefano Izzo -  I lavori presso il lato del lido della Guardia di Finanza sono già cominciati, mentre quelli relativi alla Polizia di Stato no: attenderemo ancora qualche giorno, dopodichè sollecitermo il Questore per un intervento idoneo a rimuovere lo stato di pericolo rappresentato dal muro crollato dello stabilimento".

Ha già scritto alla Questura, al Comune, all'Agenzia del Demanio e a tutte le altre autorità competenti, intanto, il presidente del Siulp, Domenico Credendino: "A seguito delle ultime recenti mareggiate, le strutture di cemento armato che delimitano le aree poste a
confine con la spiaggia da noi utilizzata, risultano gravemente danneggiate, creando una evidente ed imminente situazione di pericolo - precisa Credendino -E' necessario prendere gli opportuni provvedimenti al più presto, visto che la stagione balneare è alle porte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento