menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mareggiate e danni, anche Pollica chiede il riconoscimento dello stato di calamità naturale

Disagi e danni nelle frazioni Acciaroli e Pioppi, a causa delle mareggiate che hanno rotto gli argini di protezione delle opere a difesa del litorale, causando danni a strutture pubbliche e private

E' la volta di Pollica: anche il noto comune cilentano ha deciso di richiedere il riconoscimento dello stato di calamità naturale per i danni causati dalle mareggiate dello scorso 21 marzo.

I danni

Disagi e danni nelle frazioni Acciaroli e Pioppi, infatti, a causa delle mareggiate che hanno rotto gli argini di protezione delle opere a difesa del litorale, causando danni a strutture pubbliche e private. Necessaria, dunque, la pulizia dei pozzetti di raccolta delle acque piovane nell’area portuale e nello spazio retrostante la Torre Normanna. Da ripristinare, poi, anche alcune strutture degli stabilimenti balneari. L'auspicio, dunque, è di poter ottenere aiuti per la sistemazione del litorale della perla costiera.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento