Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Pollica

Caso Vassallo, il fratello del sindaco pescatore ascoltato dall'Antimafia

Dario Vassallo: "Cercare la verità è nostro dovere, lo dobbiamo ai tanti che sono morti per questo Paese, ma lo dobbiamo anche per dare dignità ad un popolo di onesti che non si è mai arreso"

Angelo Vassallo

Sarà ascoltato, in serata, dalla Commissione Antimafia, Dario Vassallo, il presidente della fondazione intitolata alla memoria del sindaco pescatore ucciso a Pollica il 5 settembre del 2010. A riaccendere i riflettori sull’omicidio,  nei giorni scorsi, la video-inchiesta de Le Iene.

Parla il fratello di Angelo Vassallo

“È un passaggio importante per arrivare alla verità e la Commissione antimafia può fare molto. Cerchiamo la Verità perché la nostra storia ce lo impone.

Nostro nonno,  Angelo, all’età di diciotto anni era al fronte, in trincea, durante la Grande Guerra, era alpino, e in tempo di guerra tornò vivo. Nostro padre, Antonio, sommergibilista, durante la seconda guerra mondiale per tre anni passò più tempo sotto acqua che sulla terra ferma, e in tempo di guerra tornò vivo.

Nostro fratello Angelo, il sindaco pescatore di Pollica, faceva il sindaco ed in tempo di pace è stato ucciso”, ricorda il presidente della Fondazione.

Cercare la verità è nostro dovere, lo dobbiamo ai tanti che sono morti per questo Paese, ma lo dobbiamo anche per dare dignità ad un popolo di onesti che non si è mai arreso"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Vassallo, il fratello del sindaco pescatore ascoltato dall'Antimafia

SalernoToday è in caricamento