Estate 2018, migliora l'acqua del mare a Salerno: ecco dove ci si può tuffare

Dalla zona che da dal Masuccio Salernitano a Torrione la qualità delle acque è “sufficiente”, mentre da Pastena all’imbocco della fascia costiera dei Picentini la balneabilità è garantita con circa 12 chilometri di costa.

Il mare di Salerno

Migliora la qualità del mare a Salerno. E’ quanto emerge - rivela Il Mattino - dalle analisi svolte dall’Arpac (Agenzia regionale per la protezione ambientale) che mostrano chiaramente come il mare salernitano, in particolare quello della zona orientale, sia pienamente balneabile.

I dati

Dalla zona che da dal Masuccio Salernitano a Torrione la qualità delle acque è “sufficiente”, mentre da Pastena all’imbocco della fascia costiera dei Picentini la balneabilità è garantita con circa 12 chilometri di costa. Sette le zone analizzate dall’Arpac. La prima area è quella Est Fium Irno dove la balneazione è stata interdetta fino a due mesi fa. I rilievi delle ultime settimane, però, hanno permesso la revoca del divieto di balneazione anche se le acque di quel tratto restano sotto controllo. A Torrione, altra area di classificazione, l’acqua diventa “sufficiente” fino al confine di quartiere dove le condizioni delle acque, per l’Arpac, diventano “eccellenti” con l’unica eccezione della spiaggia libera tra il Fuorni e il Picentino che sono considerate “buone”. Insomma, le aree di colore azzurro sono Mercatello, Torrente Santa Margherita-Pastena, Torrente Mercatello, Torrente Mariconda e Spiaggia a sud del porto “Marina d’Arechi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ripascimento

La novità di questa estate è rappresentata dalle dimensioni degli arenili cittadini che possono accogliere il doppio se non il triplo delle persone. Sono gli effetti del ripascimento dell’ultimo lotto delle spiagge cittadine, quello che si estende dalla foce del torrente Mariconda alla foce del fiume Picentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento