menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca ad Agropoli

De Luca ad Agropoli

De Luca inaugura il Pronto Soccorso di Agropoli e il reparto di Rianimazione a Battipaglia

Il governatore De Luca fa tappa in provincia di Salerno per rivendicare il lavoro svolto in vista stagione estiva: numerose stoccate alla precedente amministrazione regionale

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha fatto tappa, questa mattina, in provincia di Salerno per partecipare a due importanti inaugurazioni. Prima si è recato ad Agropoli, dove con il sindaco Franco Alfieri ed il direttore dell’Asl Antonio Giordano, ha riaperto ufficialmente il Pronto Soccorso del locale ospedale, composto da personale specializzato nell’Emergenza Urgenza e dotato di un reparto di 20 posti letto di Medicina Generale. “Abbiamo fatto un piccolo miracolo – ha esordito De Luca - chiudere un ospedale è molto semplice, riaprirlo è complicato”. L’ex sindaco di Salerno ha poi sottolineato  quanto è stato fatto in passato contro il presidio ospedaliero agropolese: “Qui – ha detto – avevamo un’area dove si faceva la sterilizzazione per tutta provincia di Salerno. Hanno strappato via tutto e hanno chiuso l’ospedale con le catene”.

Infine ha replicato a chi parla di ospedale come mezzo per fare campagna elettorale: “Alle elezioni non ci penso proprio, ma purtroppo c’è gente che campa con le strumentalizzazioni e dice stupidaggini. Noi non abbiamo preso in giro la gente, abbiamo fatto ciò che era possibile fare, aprendo un una struttura adeguata a curare l’ottanta per cento delle patologie per le quali si giunge in pronto soccorso”. Particolarmente soddisfatto il sindaco Alfieri: “Oggi ad Agropoli non viene restituito un servizio ma la dignità. Vennero qui a posizionare i lucchetti nel 2013 e stapparono lo spumante quando fu tolta l’insegna, con un provvedimento che ha mortificato la dignità di un territorio. Quando ciò è accaduto siamo stati lasciati soli, ora abbiamo una classe dirigente che ha saputo mantenere gli impegni. Viene quindi sanata una ferita che un’intera comunità porta con sé dal 2013, frutto di una scellerata, fredda e cinica volontà”.

Subito dopo De Luca si è spostato all’ospedale di Battipaglia per l’apertura del reparto di Rianimazione. Il presidente della Regione ha effettuato la visita alle nuove strutture ospedaliere e si è complimentato con il personale del presidio sanitario annunciando l’imminente assunzione di 2400 unità da impiegare in tutti gli ospedali campani: “Oggi dimostriamo ancora una volta la nostra attenzione verso questo ospedale. Oggi inauguriamo un nuovo reparto di Rianimazione che ha previsto un investimento non enorme ma di grande qualità. Devo dire che avete anche una grande responsabilità perché questo è l’unico ospedale dove abbiamo anche una rianimazione pediatrica. Non l’abbiamo in nessuna altra realtà della provincia di Salerno.  E’ un riconoscimento. Siamo nel pieno di un lavoro immenso per la riorganizzazione della sanità in Campania. Abbiamo avuto anni difficili in cui abbiamo fatto soltanto operazioni contabili. Negli ultimi anni abbiamo perduto oltre 12 mila dipendenti nella sanità pubblica e questo non poteva non avere una ricaduta negativa sui servizi e sui livelli essenziali di assistenza. Dobbiamo quindi migliorare la qualità dei servizi. Abbiamo avuto l’autorizzazione a nuove assunzioni per 2400 unità. Il nostro obiettivo è quello di diventare, entro due anni, dobbiamo la prima sanità in Italia”.

Gli ha fatto eco la sindaca Cecilia Francese: “Il reparto di Rianimazione, guidato dall’amico D’Amato che è un grande professionista, è sempre stato un fiore all’occhiello del nostro ospedale grazie all’impegno e alla professionalità di tutto il personale impiegato. E’ un reparto che andava potenziato. Io però chiedo al presidente e al direttore generale Asl il potenziamento anche del Pronto Soccorso. E’ un presidio che è posizionato accanto all’autostrada e, soprattutto d’estate, si registrano tantissimi accessi e vi è la necessità di avere più medici e più personale per far fronte a queste emergenze. Questo è l’inizio di una lunga e nuova collaborazione con la Regione Campania”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento