rotate-mobile
Cronaca

De Luca torna nei panni di sceriffo: guerra ai parcheggiatori abusivi

"Non bisogna più girare la testa dall’altra parte", ha osservato De Luca, ricordando i tempi in cui era denominato il "sindaco sceriffo"

L'altra mattina, il presidente della Regione Campania, proprio come fece qualche anno fa nei panni di sindaco, passando nell’area parcheggio del Polo nautico, dopo aver visto tre parcheggiatori abusivi, ha deciso di allertare immediatamente i carabinieri. "In quel posto – ha raccontato poi nel corso del consueto appuntamento settimanale su Liratv – guadagnano ogni mese decine di migliaia di euro".

"Questi soldi o vanno alla camorra o al traffico di stupefacenti. Le forze dell’ordine hanno, a volte, qualche distrazione su questi episodi che non sono di microcriminalità, ma rappresentano l’anticamera della macrocriminalità e vanno perseguiti. Non bisogna più girare la testa dall’altra parte", ha osservato, ricordando i tempi in cui era denominato il "sindaco sceriffo". Per i tre uomini segnalati da De Luca è scattata solo la sanzione amministrativa. Circa la questione immigrati, poi, ha aggiunto: "Pugno di ferro nei confronti dei delinquenti: purtroppo ci sono rumeni specializzati nel furto di rame e di ghisa dai cavi elettrici ai tombini, ai furti negli appartamenti e di auto. Ci sono albanesi che vanno specializzandosi nell’occupazione abusiva delle aree di parcheggio. Ci sono situazioni di livello intollerabile, bisogna emettere fogli di via e farli rispettare", ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca torna nei panni di sceriffo: guerra ai parcheggiatori abusivi

SalernoToday è in caricamento