menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tribunale

Tribunale

Decadenza di De Luca, l'ex sindaco: "Immediato ricorso in Cassazione"

Pisano (M5S): "Si tratta di una nostra grande vittoria perchè ritenevamo illegale che Vincenzo De Luca occupasse due poltrone contemporaneamente. Abbiamo avuto ragione: per la seconda volta è stata confermata la nostra idea"

La Corte di Appello di Salerno ha confermato la decadenza del sindaco Vincenzo De Luca a causa dell'incompatibilità, già dichiarata dal Tribunale, tra l'incarico di primo cittadino e viceministro alle Infrastrutture ricoperto durante il governo guidato da Enrico Letta. “Esprimo la mia soddisfazione per la sentenza della Corte d’Appello che, stabilendo la decadenza, consente la continuità dell’attività amministrativa, evitando la nomina del Commissario e lo scioglimento del Consiglio. Questo mi lascia pienamente libero di sviluppare la mia iniziativa in vista delle primarie per la Regione Campania", ha commentato l'ex primo cittadino.

"Sul piano del diritto, procederemo all’immediato ricorso in Cassazione, contro una sentenza che (essendo fra l’altro cessata da un anno la materia del contendere) propone un giudizio di merito, in tema di incompatibilità, che ci vede in totale dissenso. Al di là di valutazioni più sostanziali, non si comprende la decadenza dalla carica elettiva e precedente, rispetto a un incarico non elettivo e successivo. Attenderemo con serenità la pronuncia della Cassazione”, ha concluso De Luca.

"Con la sentenza emessa stamane dai giudici della Corte di Appello di Salerno si pone finalmente fine a due anni di amministrazione abusiva targata Vincenzo De Luca", intanto, ha detto all'Agi l'avvocato Oreste Agosto, legale di tre parlamentari salernitani del Movimento Cinque Stelle, Cioffi, Pisano e Giordano, che un anno fa avevano denunciato il caso dell'incompatibilità. "Si tratta di una nostra grande vittoria perchè ritenevamo illegale che Vincenzo De Luca occupasse due poltrone contemporaneamente-incalza il parlamentare grillino Mimmo Pisano- Abbiamo avuto ragione: per la seconda volta è stata confermata la nostra idea. Data la decadenza, De Luca non è piu' il nostro sindaco. Tutti gli atti che ha continuato, in maniera spregiudicata, a portare avanti come amministrazione comunale nel periodo in questione sono tutti a rischio. I nostri legali valuteranno i singoli atti per verificare quali non sono compatibili con il bene comune della città e andremo uno per uno a scardinarli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento