menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parete Regina Margherita

Parete Regina Margherita

Degrado e perfino scorpioni al Regina Margherita, intanto aria di fuoco al Galilei

Clima di tensioni, nelle scuole salernitane. Da un lato protestano gli studenti del Regina Margherita affiancati da Uds e dall'altro Blocco Studentesco sostiene il Galilei

Aria di fuoco, nelle scuole salernitane. Sono scesi in piazza, ieri, per iniziare, gli alunni del liceo Regina Margherita, appoggiati da Unione degli Studenti per le pessime condizioni in cui è ridotta la struttura di piazza Malta. "L'edificio, di antica costruzione, è colmo di crepe ed infiltrazioni d'acqua: martedì scorso, sono stati fatti cadere alcuni pezzi d'intonaco al terzo piano dell'istituto, per verificare la consistenza di un'infiltrazione d'acqua in seguito a pioggia abbondante - raccontano i ragazzi - Venerdì 22 novembre, dopo 2 giorni in cui gli studenti sono stati a casa, i lavori sono finiti, ma siamo stati lasciati in una visibile situazione di precarietà: il lavoro effettuato è stato quello di spicconare l'intero soffitto del corridoio del terzo piano e di alcune classi, ma la situazione rimane più che insicura visto che le infiltrazioni compaiono ogni qual volta vi è del maltempo. La guaina che manca dovrebbe essere installata e il soffitto dovrebbe essere ricoperto da stucco/cemento e pittura".

I rappresentanti d'istituto hanno, dunque, chiesto che vengano effettuati i lavori anche negli altri piani, ma è stato risposto loro che la Provincia in seguito ad un controllo generale, ha già dichiarato agibilità e sicurezza nell'istituto. "Abbiamo chiesto di visionare il documento, ma non ci è stato concesso - continuano i ragazzi - Le condizioni di igiene della scuola, poi, lasciano decisamente a desiderare, a cominciare dalla presenza degli insetti: abbiamo chiesto un'immediata disinfestazione, ma nulla ad oggi". Una situazione, questa, decisamente imbarazzante che merita immediate risposte da parte degli enti competenti.

Intanto, nella notte appena trascorsa, i militanti del Blocco Studentesco hanno affisso striscioni in segno di solidarietà verso gli studenti dell'istituto tecnico Galilei. "Il Galilei è sotto sfratto da parte della Provincia - spiegano da Blocco Studentesco - L'area della struttura scolastica servirà a costruire dei box auto interrati: non riusciamo a capacitarci di come gli studenti possano essere sgombrati dalla loro struttura, ma soprattutto del menefreghismo e delle false promesse fatte dalle istituzioni locali per più di un anno”.

"Gli studenti, suddivisi in base ai loro indirizzi scolastici, sono costretti a fare lezione in capannoni non a norma di legge per quanto riguarda le norme igienico-sanitarie, privi di infermeria e dei vari uffici di segreteria e presidenza. Possiamo immaginare il disagio che vivono gli studenti del Galilei costretti a sostare in un ambiente che non è il loro e vittime dei giochi di potere e denaro della Provincia di Salerno-  sottolinea il responsabile provinciale del Blocco Studentesco Krizia Cracas - Ad oggi grazie alla nuova manovra del governo Letta sono stati devoluti 500 milioni alle scuole private mentre le scuole pubbliche vengono vendute o adibite a maxi parcheggi, come in questo caso."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento