menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Degrado a Brignano

Degrado a Brignano

Brignano: tossicodipendenti e rapporti sessuali consumati sotto le abitazioni, l'ira dei residenti

"E' dal 5 luglio, data in cui incontrammo il sindaco Vincenzo Napoli e l'assessore all'urbanistica Mimmo De Maio, che stiamo aspettando che l'amministrazione comunale mantenga le sue promesse", spiega Massimo Ronca della cooperativa Lira

Nessuna illuminazione, nessuna manutenzione ordinaria, loschi figuri in giro, tossicodipendenti e micro-discariche ovunque. Questo il triste quadro che caratterizza i 4 palazzi che ospitano i 46 nuovi alloggi a Brignano. Le costruzioni fanno capo alla cooperativa Lira: "E' dal 5 luglio, data in cui incontrammo il sindaco Vincenzo Napoli e l'assessore all'urbanistica Mimmo De Maio, che stiamo aspettando risposte dall'amministrazione comunale- spiega Massimo Ronca, socio della cooperativa, nonchè residente di uno degli alloggi - Di notte si appartano coppiette, tossici e, una volta fuori dal portone di casa, siamo costretti a fare lo slalom tra numerose discariche abusive. Non esiste ad oggi alcun punto di illuminazione e nessuna sorveglianza", ha denunciato Ronca a nome dei residenti della zona.

,

"Il sindaco e l'assessore De Maio a luglio ci promisero tre pali dell'illuminazione e una telecamera per la videosorveglianza - ricorda Ronca- Ma nessuna promessa è stata mantenuta ad oggi e noi ci troviamo a vivere in condizioni inimmaginabili: bambini e ragazzine che hanno paura di rientrare a casa di sera, nel buio totale e con tossici e coppiette senza pudore che consumano rapporti sessuali sotto le nostre abitazioni". Disperato, dunque, l'appello degli abitanti di Brignano affinchè il Comune provveda quanto prima a garantire l'illuminazione pubblica e a far incrementare i controlli nella zona, anche attraverso il sistema di videosorveglianza promesso. Urge, peraltro, anche la manutenzione ordinaria per l'erba incolta e una ripulitura della strada invasa da rifiuti di ogni tipo, abbandonati da incivili senza scrupoli. Residenti sul piede di guerra.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento