menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grande Progetto e lavori di collegamento dei reflui da Cetara a Salerno

Strianese: "Entro giugno contiamo di completare. Tutto l’intervento del Grande Progetto ci permette di migliorare la salubrità e qualità dell’ambiente, con immediati riscontri sulla balneabilità delle coste"

Ha fatto un sopralluogo al cantiere di via Porto in cui sono in corso i lavori di collegamento dei reflui urbani del Comune di Cetara all’Impianto di Depurazione di Salerno, il presidente della Provincia, Michele Strianese. Si tratta del comparto 6bis del Grande Progetto che interessa tutta la provincia per il “Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali della provincia di Salerno”.

Parla il presidente

I lavori di via Porto e via Ligea proseguono e sono a buon punto. Entro giugno contiamo di completare. Tutto l’intervento del Grande Progetto ci permette di migliorare la salubrità e qualità dell’ambiente, con immediati riscontri sulla balneabilità delle coste. La nostra è una provincia a forte vocazione turistica e il risanamento ambientale va a favorire i flussi turistici che, soprattutto in questo momento storico, sono fondamentali per creare sviluppo e occupazione. Importantissimo quindi rilanciare il turismo e la valorizzazione delle nostre coste, del nostro mare.

Stamattina ho voluto fare un sopralluogo al cantiere di via Porto per capire i tempi di completamento, tutto procede regolarmente e entro l’estate terminiamo. Su questo Comparto e sugli altri, tra cui quello di Maiori, ho rilasciato un’intervista al giornalista RAI Enzo Ragone che viene messa in onda nell’edizione del TG Campania delle 14. Soprattutto sul depuratore di Maiori infatti ho spiegato che tutto procede regolarmente. Lo stesso vale per i lavori in corso a Conca dei Marini, che non si sono mai fermati e ora sono in completamento. Quindi il cantiere non è stato mai abbandonato e, anzi, prevediamo di finire i lavori, anche lì, entro giugno. Voglio precisare inoltre che, fin dall’inizio, l’impianto di Conca dei Marini non raccoglie i reflui di Atrani, Castiglione, Ravello e Scala, previsti invece su Marmorata. I progetti iniziali non sono mai stati modificati, tranne piccole migliorie apportate dai nostri tecnici, e proseguono regolarmente come da programma.

Ma queste sono tutte informazioni facilmente reperibili presso il settore Ambiente dell’Ente, diretto da Angelo Cavaliere, che coordina i lavori. Ancora una volta ringrazio la Regione Campania, in particolare il Presidente On. Vincenzo De Luca che, attraverso i finanziamenti regionali, ci permette con il “Grande Progetto di Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali della provincia di Salerno” di realizzare una fondamentale opera di depurazione del nostro mare.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento